Condividi l'articolo

Sanremo. Il Campionato Mondiale del Pesto ha fatto tappa sulla prestigiosa nave Costa Smeralda, ormeggiata davanti a Sanremo e iconica location del Festival. La serata di qualificazione, tenutasi nella suggestiva sala “Il cielo in una stanza”, ha visto i partecipanti sfidarsi sotto l’attenta supervisione dello chef Roberto Panizza.

I vincitori delle eliminatorie si preparano ora per la grande finale, che si terrà a Genova il 23 marzo. A valutare il miglior pesto in gara sono stati il governatore Giovanni Toti, l’amministratore delegato di Costa Crociere Mario Zanetti, il comandante di Costa Smeralda Giovanni Cosini, lo chef Roberto Panizza e il rinomato ristoratore Marco Belloni. La vittoria della sfida è stata conquistata da Laura Finotti.

La nave Costa ha così ospitato un capitolo significativo della campagna #Pesto, Masterpiece of Liguria, arricchendo ulteriormente il legame tra il Festival di Sanremo, Costa Crociere e il settore crocieristico, fondamentale per la Liguria.

Il governatore Toti ha dichiarato: «Questa è un’occasione unica per celebrare tre eccellenze: il Festival di Sanremo, Costa Crociere e il settore crocieristico, strategico per la Liguria, insieme alla nostra enogastronomia con il pesto. Vogliamo portare le delizie della cucina ligure nei luoghi più belli del mondo e nelle manifestazioni simbolo del nostro Paese.»

La tappa su Costa Smeralda non solo ha permesso agli ospiti della nave di assaporare le eccellenze culinarie locali, ma ha anche celebrato il successo straordinario del settore crocieristico nella regione, che si posiziona al secondo posto a livello nazionale per il traffico crocieristico, rappresentando il 23% del dato complessivo italiano. «Grazie a Costa Crociere per aver scelto la nostra regione per questa tappa del Campionato Mondiale del Pesto – ha aggiunto il sindaco di Genova Marco Bucci Il pesto è un’eccellenza ligure che ci rende orgogliosi e che vogliamo promuovere in tutto il mondo».

Il sindaco di Sanremo, Alberto Biancheri, ha aggiunto: «Il settore crocieristico offre alla Liguria un notevole supporto economico e occupazionale. Ringraziamo tutte le aziende che hanno scelto la nostra regione. La promozione del vero pesto, senza imitazioni, su questa magnifica nave è motivo di grande orgoglio e rappresenta un’eccellenza ligure.»

L’evento assume particolare rilievo nel 2024, dichiarato “Anno delle Radici” dal Ministero della Cultura e dal Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale. In quest’ottica, la nave diventa il simbolo di speranza e opportunità che, fino alla metà del secolo scorso, rappresentava per molti italiani, tra cui numerosi liguri, in cerca di una vita migliore.

L’Assessore all’Agricoltura, Alessandro Piana, ha commentato: «Ospitare una tappa del Campionato mondiale del pesto è un’ulteriore occasione di valorizzazione della Liguria come meta di viaggio e per il suo agroalimentare. Vogliamo promuovere il turismo enogastronomico, enfatizzando le connessioni con la cultura e le tradizioni, anche nel settore crocieristico, per incrementare la diffusione dei nostri prodotti, frutto di un’agricoltura eroica e ricca di biodiversità.»

Il gigantesco mortaio da 6 metri per 8, con tanto di pestello, è stato collocato sulla spiaggia dell’Arenella, a pochi passi dal teatro Ariston, diventando un’attrazione unica nella Città dei Fiori.

Resta aggiornato con le nostre ultime notizie da Google News

Seguici