L'ex Torelli in fase di demolizione, risorgerà il levante di Ceriale

Ferrari Innovations

Ceriale. La rinascita di Ceriale parte anche dalla riqualificazione di aree edifici. Superata l’emergenza Covid-19 sono ripresi i lavori per la demolizione dell’ex albergo Torelli e della pensione Jolanda, all’ingresso di levante della cittadina. Il cantiere è ripartito nel pieno rispetto della normativa anti Covid e urbanistica vigente.

La società «Duemila» è intenzionata a portare a termine l’operazione entro il prossimo anno. Un sopralluogo per rendersi conto dell'andamento dei lavori è stato effettuato dal vice sindaco Luigi Giordano. L’intervento prevede la demolizione e ricostruzione dell’ex hotel Torelli e di Villa Jolanda in applicazione della legge regionale n. 49/2009 (Piano Casa); a progetto un piano interrato adibito a box e una struttura che va dai 3 ai 5 piani fuori terra e saranno realizzate 36 unità abitative, per alcune delle quali sono già stati stipulati dei compromessi di vendita.

La società stima che il cantiere possa terminare tra giugno e luglio 2021. A compensazione degli standard urbanistici il soggetto attuatore cederà al comune di Ceriale un’area di circa 2.800 metri nella zona del Parco Acquatico «Le Caravelle», dove sono previsti un allargamento stradale e la realizzazione di marciapiedi, parcheggi ed aree verdi pubbliche; è prevista inoltre, a carico del soggetto attuatore, la realizzazione del tratto di passeggiata che collega la Pineta di Ceriale alla passerella di Borghetto Santo Spirito.

Per segnalare alla redazione refusi, imprecisioni ed errori è disponibile un modulo dedicato.

La TUA pubblicità qui. Contattaci