Condividi l'articolo

Arpal ha emesso allerta gialla per neve nelle zone interne della Liguria dalle 14:00 di domani lunedì 4 dicembre su D, E, zone interne di B, fino alle 23:59.

L’allerta gialla è legata all’interessamento delle tratte autostradali (zone sensibili) da parte di deboli nevicate (accumuli nevosi tra 2 e 10 cm). Anche le zone interne di D ed E, che non presentano obiettivi sensibili alla neve, saranno interessate da deboli nevicate, così come non si escludono locali sconfinamenti di debole nevischio nelle zone costiere del Savonese (zona B). Si evidenzia un brusco calo dello zero termico con temperature rigide nell’interno, disagio per freddo sulle zone B, D ed E

Ecco l’avviso meteorologico emesso in mattinata:

  • oggi domenica  3 dicembre: venti tra moderati e forti sulle zone ABD con locali rinforzi. Mare molto mosso su C in calo nel corso della mattina. Progressivo abbassamento dello zero termico, più spiccato nelle ore notturne nelle zone interne. 
  • domani lunedì 4 dicembre:  precipitazioni deboli diffuse, inizialmente sparse a Ponente, assumeranno carattere nevoso nelle zone interne. Deboli nevicate a tutte le quote su D, parte Ovest di E e interno di B, con interessamento delle tratte autostradali. Nell’interno di AC quota neve intorno ai 600-800m, localmente in calo su C. Sulla costa di B quota neve intorno ai 300-500m, possibile nevischio in sconfinamento. Dal pomeriggio venti settentrionali fino a forti anche rafficati su AB, da Sud-Est moderati con locali rinforzi su C. Disagio per freddo sulle zone BDE
  • dopodomani martedì 5 dicembre: sul Centro-Levante (zone BCE) deboli precipitazioni residue, nevose nelle zone interne, in esaurimento nel corso della mattina. Venti settentrionali forti localmente rafficati sulle zone AB, nelle prime ore della notte venti da Sud-Est moderati con locali rinforzi su C in rapida rotazione da Nord- Est. Disagio per freddo sulle zone BDE, disagio localizzato e in particolare nelle ore serali e notturne sul resto della regione. 

c.s.

Resta aggiornato con le nostre ultime notizie da Google News

Seguici