Anche Albenga piange la scomparsa di Philippe Daverio

Il vicesindaco Passino: “Amava il Piatto Blu che stiamo valorizzando attraverso il progetto per la realizzazione del Museo della Città. Lo avremmo voluto invitare alla sua inaugurazione”

Azienda Agricola - Agriturismo Torre Pernice

Albenga. La notizia della scomparsa di Philippe Daverio arriva ad Albenga lasciando un profondo lutto e un sentimento di sentita commozione.

Il noto storico dell’arte aveva definito il Piatto Blu custodito a Palazzo Oddo nella Mostra Magiche Trasparenze «Il reperto di vetro romano più bello al mondo». In quell’occasione il Vicesindaco Alberto Passino e il Presidente della Fondazione Oddi Roberto Pirino lo avevano invitato nella città delle Torri per fargli conoscere anche le altre meraviglie custodite ad Albenga e per illustrargli il progetto per la realizzazione del Museo della Città che, non solo permetterà di custodire al meglio il Piatto Blu, ma che valorizzerà l’aspetto promozionale di questo reperto e di tutti i tesori custoditi nelle varie realtà museali ingaune.

Afferma il vicesindaco Passino: «Riceviamo con dispiacere la notizia della scomparsa di Philippe Daverio e cogliamo l’occasione per porgere le più sentite condoglianze alla famiglia. Con ancor più determinazione oggi ribadiamo il nostro impegno a realizzare il progetto del Museo della Città. Attraverso questo e grazie ad una esposizione e un allestimento rivisitato valorizzerà ancor più sia il Piatto Blu che gli altri reperti storici custoditi nella nostra Città. Ricordiamo che il progetto per il Museo della Città è allo studio dell’Arch. Dolmetta che entro l’anno lo completerà».

Il sindaco di Albenga Riccardo Tomatis sottolinea: «La notizia di questa scomparsa lascia un vuoto enorme nel mondo dell’arte e della cultura. Profondamente legato alla nostra città Daverio aveva saputo apprezzarne la ricchezza di storia e cultura e, siamo certi che avrebbe continuato a farlo ritornando a trovarci per ammirare i progetti di valorizzazione che stiamo portando avanti».

c.s.

Per segnalare alla redazione refusi, imprecisioni ed errori è disponibile un modulo dedicato.

La TUA pubblicità qui. Contattaci