La speranza di ritrovare Giorgio Donaggio si è infranta ieri sera col riconoscimento dei parenti

Bandiere a mezz'asta a Toirano.Il sindaco  Gianfraca Lionetti proclama il lutto cittadino

La TUA pubblicità qui. Contattaci

Alle 12,45 di eri mattina il suo telefono, sbalzato fuori durante il crollo del ponte, stava squillando ripetutamente. Era la moglie di Giorgio che lo stava cercando.

L'appello per avere sue noticzie arrivava anche da Brumotti: "Nella tragedia del ponte di Genova tra i dispersi vi é uno dei miei amici storici, campione di trial, Giorgio Donaggio. Se avete notizie. Prego prego prego.".

Un appello che si era rapidamente diffuso sui social , assieme ai tanti messaggi di speranza e sgomento.
Qualche ora dopo però, la speranza di ritrovarlo ancora in vita è svanita definitivamente col recupero della sua Volvo bianca schiacciata da un blocco di cemento.
Giorgio è morto nella sua auto, travolto dai detriti del ponte, che si è sgretolato in pochi attimi.
Aveva 57 anni, era residente a Toirano, in provincia di Savona, con un cantiere navale ad Andora e ieri stava andando a Santa Margherita.

Bandiere a mezz'asta a Toirano.Il sindaco Gianfraca Lionetti proclama il lutto cittadino

Il cordoglio di Mauro Demichelis sindaco di Andora:
"In questi giorni tristissimi per Genova e per tutta la Liguria, anche la nostra comunità andorese, purtroppo, piange una vittima. Con il cuore colmo di dolore per una tragedia assurda, a nome dell’amministrazione comunale, esprimo cordoglio e vicinanza ai familiari di Giorgio Donaggio, conosciuto e stimato andorese, scomparso nel terribile crollo del ponte Morandi.
Per rispetto di Giorgio Donaggio e di tutte le vittime, e per esprimere vicinanza ai loro cari, saranno annullate anche oggi le manifestazioni programmate dal Comune di Andora
".

Per segnalare alla redazione refusi, imprecisioni ed errori è disponibile un modulo dedicato.

La TUA pubblicità qui. Contattaci