Riaprono le scuole, in Liguria un business per un migliaio di imprese

La TUA pubblicità qui. Contattaci

Liguria. Conteggio alla rovescia anche in Liguria per l’inizio del nuovo anno scolastico. Un business, quello della scuola, che interessa 39 mila imprese in Italia con 146 mila addetti e oltre 10 miliardi di fatturato annuale, di cui circa 200 milioni in Liguria dove sono attive 896 imprese con 3.100 addetti secondo i dati della Camera di commercio di Milano su dati del registro imprese al secondo trimestre 2018. I settori più coinvolti sono il commercio di cancelleria (19 mila imprese tra ingrosso e dettaglio in Italia e 439 in Liguria) e di libri (oltre 5 mila imprese tra ingrosso, dettaglio e seconda mano in Italia e 178 in Liguria), l’edizione di libri e l’istruzione prescolastica (3.500 imprese in Italia e 87 in Liguria). Un settore abbastanza stabile in un anno per imprese in cui crescono soprattutto i corsi extra – scolastici, tra corsi sportivi e ricreativi e quelli di lingue.

Prima provincia per imprese è Roma con 3.464, seguita da Milano, con 2.900 imprese ma prima nel Paese per addetti (18.500), Napoli (2.889 imprese), Torino (1.573) e Bari (1.085). Per business, dopo la Lombardia con 4,5 miliardi, ci sono Emilia Romagna e Veneto con oltre 1 miliardo l’uno e il Lazio circa 900 milioni di euro. Per territorio, affari più consistenti per Milano, con 3,7 miliardi, Roma con oltre 800 milioni, Napoli, Vicenza e Firenze con oltre 300 milioni, Piacenza, Torino, Bologna e Padova con quasi 300 milioni.

In provincia di Savona le imprese attive nel settore della scuola sono 168, in crescita rispetto alle 163 di fine giugno 2017. Le cartolerie sono 65 (tre in meno rispetto alle 68 dello scorso anno) mentre sono cresciute di due unità (da 32 a 34) le librerie. Gli addetti sono 519.

Per segnalare alla redazione refusi, imprecisioni ed errori è disponibile un modulo dedicato.

La TUA pubblicità qui. Contattaci