Condividi l'articolo

La cantante, soprannominata la ‘Pantera di Goro’, si è spenta a Milano: aveva 82 anni e da tempo era malata di Alzheimer.

È morta Milva, capace di spaziare dal festival di Sanremo a Brecht sotto la regia di Giorgio Strehler. Aveva 82 anni. Da tempo era sparita dalle scene per problemi di memoria. È morta nella sua casa nel centro di Milano.
Ilvia Maria Biolcati, così era all’anagrafe, ere nata a Goro il 17 luglio 1939. Era chiamata “la pantera di Goro“. Era la “rossa” per la chioma, ma anche perché si è sempre detta di sinistra. E “La rossa” si intitolava un brano di Enzo Jannacci che lei interpretò. Fu tra le grandi cantanti emerse negli anni ’60 come Mina e Ornella Vanoni.

In oltre 50 anni carriera è passata per generi musicali molto distanti fra loro grazie a una capacità e un talento interpretativo unico. La sua statura artistica è testimoniata dal successo ottenuto oltre che in Italia, anche in Germania, dove ha partecipato spesso a eventi musicali sui principali canali televisivi, ma ha pubblicato con successo dischi anche in Francia, Giappone, Corea del Sud, Grecia, Spagna e Sudamerica. Ha venduto oltre 80 milioni di dischi ed è l’artista italiana con il maggior numero di album realizzati: 173 tra album in studio, album live e raccolte.

«Milva è stata una delle interpreti più intense della canzone italiana. La sua voce ha suscitato profonde emozioni in intere generazioni. Una grande italiana, un’artista che, partita dalla sua amata terra, ha calcato i palcoscenici internazionali, rendendo globale il suo successo e portando alto il nome del suo Paese. Addio alla pantera di Goro». È il commento del Ministro della Cultura, Dario Franceschini, alla scomparsa della cantante.

Resta aggiornato con le nostre ultime notizie da Google News

Seguici