Mediagold.it

Notizie, turismo, attualità e curiosità della Liguria e non solo

La Fondazione Compagnia di San Paolo per il restyling di tre Musei civici genovesi

Tempo di lettura: 2 minuti

Recupero di una terrazza panoramica del Museo d’Arte Orientale Chiossone, restauro dell’Alcova affrescata in Palazzo Rosso e intervento strutturale nel Museo di Storia Naturale Doria.

Genova. Il restauro dell’Alcova al terzo piano di Palazzo Rosso, il completo riallestimento con l’ampliamento degli spazi del Museo d’ Arte Orientale Chiossone e un intervento strutturale al Museo di Storia naturale Doria permetteranno un migliore utilizzo e una più estesa frubilità degli spazi: questi sono i progetti finanziati con il sostegno della Fondazione Compagnia di San Paolo da sempre vicina al mondo culturale genovese.

Martedì 24 novembre il Comitato di Gestione della Fondazione con un investimento totale di circa 1 milione e 400mila euro – già previsto nel protocollo firmato nel febbraio 2019 con il Comune di Genova – ha approvato i progetti dei lavori.

Nel dettaglio, il Museo Chiossone riceverà 550 mila euro per lavori impiantistici e strutturali, tutti indispensabili per potenziarne la fruibilità e l’offerta culturale. La struttura museale, opera dell’architetto Labò, si affaccia sul suggestivo parco e gli interventi permetteranno il recupero della terrazza per eventi artistici e culturali in un contesto naturale.

Una cifra prossima ai 600mila euro – 588mila, per la precisione – andrà a Palazzo Rosso per il restauro del secondo piano ammezzato, con il recupero dell’Alcova, uno straordinario ambiente affrescato da Gio. Andrea Carlone, un vero e proprio unicum.

Saranno ripristinati gli impianti e migliorata la parte illuminotecnica nel rispetto assoluto delle caratteristiche storiche del complesso e degli interventi, curati dall’architetto Albini, negli anni 50. Anche gli allestimenti in tessuto saranno oggetto di restauro filologico.

Infine, 262 mila euro saranno destinati al Museo di Storia Naturale G. Doria e permetteranno l’ammodernamento degli impianti di una delle strutture museali più amate da genovesi e turisti, che si caratterizza soprattutto per la funzione didattica e per l’offerta alle famiglie. Il museo fino a oggi ha mantenuto una sua connotazione storica molto forte ma oggi è necessario rinnovare il layout allestitivo per un’attrattività adeguata alla domanda attuale. Il progetto complessivo migliorerà le caratteristiche di impianti e accessibilità. Questo permetterà il completo utilizzo dell’offerta museale: biblioteca, archivi, laboratori di ricerca e, ovviamente, esposizione.

A questi interventi si aggiunge un altro contributo, di 300 mila euro, destinato a un piano di sviluppo dei servizi museali.

L’obiettivo è attivare sperimentazioni in un settore in cui la collaborazione tra Amministazione civica e Compagnia di San Paolo ha già portato a riqualificazioni e valorizzazioni del patrimonio culturale.

«Il rapporto con Compagnia di San Paolo è una risorsa irrinunciabile per il Comune di Genova – ha sottolineato l’assessore comunale alle Politiche Culturali Barbara Grosso. Questi importanti interventi strutturali permetteranno ad alcuni nostri musei non soltanto di realizzare lavori per la messa a norma, che da anni necessitavano di essere eseguiti, ma nel contempo consentiranno di ampliare la loro offerta culturale, in termini di spazi per la parte espositiva e per lo svolgimento delle attività culturali. Ringrazio a nome dell’Amministrazione, per il suo costante impegno a favore del nostro territorio, la Fondazione Compagnia di San Paolo».

c.s.

image_pdfConserva l\'articoloimage_printStampa l\'articolo
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: