Condividi l'articolo

Ieri mattina a Palazzo Tursi la cerimonia con la proclamazione dei vincitori.

Genova. La cerimonia conclusiva del Genova Global Goals Award 2023 si è svolta ieri mattina nel Salone di Rappresentanza di Palazzo Tursi. Il concorso del Comune di Genova, organizzato in collaborazione con l’Associazione Genova Smart City ed il patrocinio dell’Ufficio Scolastico Regionale, ricompensa le realtà impegnate a rendere la nostra città sempre più smart, green e sostenibile. I vincitori sono stati selezionati dal pubblico al termine di una serie di speed debate di sessanta secondi durante i quali gli autori dei venti progetti finalisti si sono sfidati raccontando caratteristiche e pregi della loro iniziativa.

I settanta soggetti partecipanti a questa edizione erano stati invitati a riflettere sul tema della sostenibilità e su come agire per cambiare il mondo ispirandosi ai 17 Global Goals per lo sviluppo sostenibile istituiti dalle Nazioni Unite nel 2015. Due le categorie nelle quali cimentarsi, “Reality” e “Dream”, ossia l’illustrazione di progetti già realizzati o di proposte immaginate ed attuabili. Hanno gareggiato imprese, start-up, associazioni, università, spin off, singoli cittadini e quest’anno anche le scuole dalle elementari alle superiori. Per i piccoli degli istituti dell’infanzia, invece, la sensibilizzazione all’argomento è stata avviata attraverso l’ideazione e la distribuzione del gioco Go Kids!.

L’affollatissimo evento, magistralmente condotto da Marina Minetti, è stato aperto dagli interventi delle assessore comunali Francesca Corso, delegata a Politiche per i Giovani e Marketing Territoriale, e Marta Brusoni, Politiche dell’Istruzione e Servizi Civici. Sono intervenuti anche la presidente dell’Associazione Genova Smart City Daniela Ameri, la prorettrice vicaria dell’Università di Genova Nicoletta Dacrema, il dirigente dell’Ufficio Scolastico Regionale Liguria Alessandro Clavarino e il segretario generale della Camera di Commercio di Genova Maurizio Caviglia. Con loro i rappresentanti degli sponsor dell’iniziativa: Ansaldo Energia, Gruppo Iren e Stam srl.

I progetti vincitori che si sono aggiudicati una lanterna stampata in 3D e che potranno realizzare gli interventi di miglioramento di beni comuni offrendo alla cittadinanza un gesto di autentica sostenibilità sono stati i seguenti:

  • Categoria “Reality”
    • Persone: I.C. Cornigliano plesso Volta con “Hugstore”;
    • Pianeta: ODV Spazzapnea con “Spazzapnea-Operazione fondali puliti”;
    • Prosperità: IC Cornigliano con “Il cielo in una stanza”;
    • Pace: Scuola primaria Solari con “Mi comp-orto bene”;
    • Partnership: La Cruna cooperativa sociale con “Politiche del lavoro giovanile per le persone disabili”.
  • Categoria “Dream”
    • Persone: I.C. Pegli con “Giocolorando”;
    • Pianeta: Liceo Martin Luter King con “Meno plastica per il futuro: una ricreazione a impatto zero”;
    • Prosperità: Liceo Martin Luter King con “Pacchi viveri a km zero”;
    • Pace: Stam con “Origini”;
    • Partnership: IIS Calvino classe 1CL Gruppo 6 con “Scuolabus elettrici, il futuro per Genova”.

Il premio speciale Iren è stato conferito al progetto Ogyre di Endless srl.

«La grande partecipazione di candidati e di idee che hanno contraddistinto la seconda edizione del Genova Global Goals Award ribadisce quanto i diciassette obiettivi delle Nazioni Unite, a cui il nostro concorso si ispira, siano parte sempre più importante della vita di ciascuno – afferma l’assessore al marketing territoriale Francesca Corso –. Questo premio ha molteplici valori perché rende pubblicamente merito e gratifica fattivamente chi agisce ed impegna risorse per uno sviluppo sostenibile stimolando, allo stesso tempo, il moltiplicarsi di comportamenti virtuosi a beneficio dell’intera società».

«Il Genova Global Goals Award è certamente uno dei principali esempi di valorizzazione della cittadinanza attiva, a livello nazionale e non solo – dichiara l’assessore alle politiche dell’istruzione e dei Servizi civici Marta Brusoni –. Il coinvolgimento degli studenti, da quelli delle scuole elementari alle superiori, ha poi ulteriormente arricchito di idee e prospettive un concorso in continua crescita ed evoluzione anche nei prossimi anni. Rendere migliore il nostro mondo rispettandolo in ogni sua forma attraverso comportamenti virtuosi dettati anche dalla fantasia o dal gioco, come nel caso dei più piccoli, assume poi un valore davvero speciale».

«L’Associazione Genova Smart City che presiedo è l’unico esempio in Italia di collaborazione tra pubblico e privato: raggruppa tutte le Istituzioni, gli Enti di ricerca, l’Università, le Associazioni di categoria, le piccole, medie e grandi Imprese e le Start-up. L’Associazione Genova Smart City ha voluto fortemente sostenere l’iniziativa “Genova Global Goals Award”, in quanto incentiva l’impegno per lo sviluppo sostenibile delle imprese e delle scuole. Come membro della giuria, abbiamo selezionato i progetti che meglio incarnano l’impegno della città di Genova verso il raggiungimento degli obiettivi dello sviluppo sostenibile definiti dalle Nazioni Unite», spiega la presidente Daniela Ameri.

«Riguardo ai diciassette “global goals” dell’Agenda delle Nazioni Unite l’Università di Genova è in prima linea con una serie di azioni fondamentali incluse anche nel nostro Piano Strategico – sottolinea la prorettrice vicaria Nicoletta Dacrema –. Si tratta di obiettivi che l’ateneo considera di altissimo valore, ad esempio la sostenibilità ambientale per noi rappresenta una sorta di stella polare anche per le scelte future».

La giuria del 2° Genova Global Goals Award era composta da rappresentanti di istituzioni, ricerca, impresa, cultura e Associazione Genova Smart City: Francesca Corso assessore alle Politiche per i Giovani e Marketing Territoriale, Daniela Ameri presidente Associazione Genova Smart City, Nicoletta Dacrema prorettrice vicaria dell’Università di Genova, Marco Beltrami esperto Smart City, Maurizio Caviglia segretario generale della Camera di Commercio di Genova, Guido Fiorato direttore dell’Accademia Ligustica di Belle Arti, Alfredo Viglienzoni vicepresidente esecutivo dell’Associazione Genova Smart City, Alessandro Clavarino dirigente dell’Ufficio Scolastico Regionale Liguria, Selina Xerra direttore corporate social responsibility e Comitati territoriali di Iren Spa, Benedetto Pesce Maineri sindaco dei giovani.

«Le idee sono il motore dello sviluppo e coltivarne il prosperare è una semina che porta sempre buoni frutti. In Ansaldo lo sviluppo tecnologico è il pilastro su cui poggia la nostra storia e il nostro futuro. Ma non c’è vero sviluppo senza sostenibilità. Non potevamo quindi che accogliere con grande entusiasmo questa iniziativa, che ha messo in gara tra loro giovani, anziani e aziende per promuovere il fiorire di nuove idee», dice Bartolomeo Marcenaro, senior vice president Business and Market Development Ansaldo Green Tech.

«Il Genova Global Goals Award è un’occasione importante per entrare in contatto con le tante realtà, a tutti i livelli, che ogni giorno si impegnano per il raggiungimento degli obiettivi di sostenibilità. Iren per l’edizione 2023 ha voluto istituire un premio speciale, assegnato ad una realtà che si occupa della tutela del mare, orizzonte sul quale la nostra società è da sempre impegnata, in particolare in Liguria», aggiunge Selina Xerra, direttore CSR e Comitato Territoriali Iren.

«Stam Srl è una società di ingegneria genovese che lavora con i propri clienti e partner su progetti internazionali di innovazione e sostenibilità, profondamente legati agli obiettivi dell’Agenda 2030. In questo contesto, è un piacere e motivo di orgoglio per noi avere l’opportunità di supportare la seconda edizione dei Genova Global Goals 2023, consapevoli dell’importanza della dimensione locale e del coinvolgimento delle nuove generazioni», conclude l’executive director Stefano Carosio.

c.s.

Resta aggiornato con le nostre ultime notizie da Google News

Seguici