Il sindacato lo ricorda come «uno dei Padri nobili dell’organizzazione». Protagonista della stagione della concertazione che portò alla firma del Protocollo del luglio 1993 con il governo Ciampi.

Roma. Pietro Larizza, 85 anni, segretario generale della Uil dal 1992 al 2000, è morto nella notte. Lo ha annunciato Giorgio Benvenuto, presidente della Fondazione Bruno Buozzi: «Lo ricordo con affetto e con gratitudine. Ha diretto la Uil con abilità e passione. Ha fatto con Dini la riforma delle pensioni e con Ciampi la politica dei redditi. Un grande».

«La Uil tutta – si legge in una nota del sindacato – si stringe in doloroso silenzio al fianco della moglie e dei familiari e onora la memoria di uno dei Padri nobili dell’organizzazione». Larizza avrebbe compiuto 86 anni a luglio. Dal novembre del 2007 era senatore.