A Palazzo Ducale in videoconferenza romanzi e racconti dal mondo della disabilità. Appuntamento giovedì 3 dicembre 2020 on line a partire dalle ore 15.00.

Genova. Quattro autori, che vivono in prima persona i disagi della disabilità, hanno accettato l’invito delle Consulte Comunale e Regionale per i diritti delle persone disabili a partecipare alla rassegna “Scrittori da una realtà parallela”, che si terrà giovedì 3 dicembre 2020 in videoconferenza a partire dalle ore 15.00 dal salone del Maggior Consiglio di Palazzo Ducale di Genova, nell’ambito della “Giornata Internazionale delle persone con disabilità”, istituita dall’Onu nel 1992.

L’evento potrà essere seguito su Youtube a questo indirizzo: https://www.youtube.com/channel/UCjjPRqVANhsfBhfxrMS0Ejw

Un secondo appuntamento (data non ancora definita), si terrà nella prossima primavera con tre autori in presenza e uno collegato in videoconferenza.

Dopo un incontro tra i promotori dell’iniziativa Claudio Puppo e Marino Muratore, in una riunione congiunta le due Consulte (Comunale e Regionale) hanno composto un gruppo di lavoro Marino Muratore, Rosy Galluccio e Claudio Puppo, referenti per le Consulte riunite, con la collaborazione della Disability Manager del Comune di Genova Cristina Bellingeri. Il gruppo, a causa della pandemia, si è incontrato lavorando da remoto, con il supporto della Direzione di Palazzo Ducale di Genova che ha messo a disposizione gratuitamente strutture e sale a questa nuova realtà culturale.

Gli autori prescelti per il progetto racconteranno, attraverso le loro pubblicazioni, difficoltà, sofferenze, problematiche di integrazione, ma anche gli aspetti positivi legati alla solidarietà, condivisione sociale, superamento di barriere che a volte appaiono invalicabili.

Per la prima volta gli autori prescelti racconteranno, attraverso le loro pubblicazioni, difficoltà, sofferenze, problematiche di integrazione, ma anche gli aspetti positivi legati alla solidarietà, condivisione sociale, superamento di barriere che a volte appaiono invalicabili. L’appuntamento offre l’occasione di incontrare: Marta Telatin, pittrice non vedente, che ha pubblicato il libro “In tutti i sensi”, Edizioni Rapsodia; Giovanni Bellino, persona affetta da distrofia muscolare di Duchenne, autore “Le ali di una lumaca”, progetto “AutoNoimia” di Parent Project onlus; Padova; Paolo Berta, persona con tetraplegia, che presenterà “Un tuffo per la vita”, in considerazione del suo essere rimasto in carrozzina dopo un infortunio in mare e, infine, Guido Marangoni, genitore, che con il racconto “Anna che sorride alla pioggia”, parla del meraviglioso mondo dei soggetti affetti dalla sindrome down.

L’esperienza della disabilità vissuta ogni giorno in prima persona gioca un ruolo importante nella narrazione. Da un lato rafforza la determinazione delle persone con disabilità a lottare per una piena inclusione in ogni ambito della vita, dall’altro sollecita la società a ricercare soluzioni per una loro piena integrazione, allontanando ogni forma di discriminazione.

«Il presente progetto – affermano i componenti del gruppo di lavoro – desidera valorizzare l’esperienza di sette scrittori molto particolari nell’ambito della narrativa contemporanea che, proprio in ragione della loro disabilità possono fornire stimoli di riflessione e di speranza: prima di tutto in quanto artisti che “vedono prima” e poi perché hanno vissuto o stanno vivendo personalmente la realtà della disabilità nella sua complessità».

Ogni autore sarà presentato da una figura appartenente ad una associazione attiva sul territorio genovese e che è costituita da soci che stanno vivendo le stesse sfide raccontate dallo scrittore invitato. Dopo l’intervento degli autori, le associazioni genovesi presenteranno pubblicazioni scritte da soggetti con la stessa disabilità dello scrittore invitato, regalando al pubblico una ulteriore occasione di “autoanalisi” e confronto.

Con il patrocinio di: Regione Liguria, Comune di Genova, Università degli Studi di Genova, Comitato Pari Opportunità. In collaborazione con: Palazzo Ducale. Sponsor della manifestazione: Coop Liguria, Fiumara.

Per maggiori informazioni: {{email address=}}, {{email address=}}

c.s.