Condividi l'articolo

Loano. Luci danzanti e canti hanno acceso il Natale loanese, dove una maestosa pista di ghiaccio ha accolto grandi e piccini, attratti dall’incantevole villaggio, dagli addobbi festosi, dal luminoso albero e da una piccola ma graziosa capanna.

Libri, concerti, tombolate e giochi hanno allietato i giorni dell’Avvento, annunciato dai presepi in “500” in un richiamo al passato che ha saputo conquistare con la prestigiosa raccolta di cartoline e immagini della Loano di un tempo, in mostra a Palazzo Doria al cui cospetto, in una notte sempre magica, è nato il Santo Bambino.

Musica e balli all’aperto hanno salutato il nuovo anno, celebrato da una scoppiettante pioggia di fuochi d’artificio e prima di tornare alla consuetudine, i Re Magi a cavallo hanno portato doni e serenità.

Grazia Noseda

Resta aggiornato con le nostre ultime notizie da Google News

Seguici