Condividi l'articolo

È l’ospedale di Santa Maria di Misericordia di Albenga, la sede individuata dal Piano Socio Sanitario Regionale 2023-2025, per ospitare la Centrale Unica del 118 del Ponente Ligure. Questa scelta conferma la sinergia di un territorio, con l’occasione di potenziare e valorizzare i professionisti del 118 delle due aziende incrementandone il numero.

Non solo. La strada che Asl1 e Asl2 percorreranno sarà quella della ottimizzazione delle risorse, la centrale unica non comporterà una riduzione del servizio di emergenza-urgenza per i cittadini, ma un aumento dei mezzi di soccorso con una più efficace dislocazione sul territorio.

«Ci tengo a precisare – sottolinea il DG di Asl1 Dott. Luca Filippo Maria Stucchi che non ci sarà nessun impatto sulle funzioni sanitarie per l’utenza». Alle parole del Dott. Stucchi fanno eco quelle del Dott. Michele Orlando Commissario Straordinario di Asl2: «Poter ospitare presso il quinto piano dell’Ospedale di Albenga la Centrale del 118, è un valore aggiunto per la continuità del servizio, perché l’edificio ha le più avanzate caratteristiche antisismiche e antincendio. Si conferma la necessita di integrare le professionalità presenti nelle aziende dell’area vasta come previsto dal PSSR.»

Il gruppo di lavoro formato da esperti di Asl1 e Asl2, prosegue ora la sua attività di studio e confronto, con le valutazioni tecnico-economiche ed operative per arrivare poi alla realizzazione della nuova centrale 118.

c.s.

Resta aggiornato con le nostre ultime notizie da Google News

Seguici