Condividi l'articolo

Loano. Nuovo appuntamento con la versione natalizia di “LÖA Legge in Ogni Angolo”, la manifestazione interamente dedicata alla lettura e alla letteratura promossa dall’aps #cosavuochetilegga con il patrocinio dell’assessorato a turismo, cultura e sport del Comune di Loano.

Il 23 dicembre alle 16.30 presso la biblioteca civica “Antonio Arecco” di Palazzo Kursaal Oreste Castagna sarà protagonista di “Aspettando il Natale con Oreste Castagna”, con letture e laboratori per bimbi dai 5 ai 10 anni.

L’incontro verterà sulla bellezza del raccontare, del raccontarsi e dell’ascoltarsi l’un l’altro. A seguire, Castagna sarà protagonista di una lettura/performance de “Il Principe felice” di Oscar Wilde, tipica fiaba che valorizza il tema del dono. Al termine, i partecipanti potranno dare sfogo alla loro creatività con un momento dedicato all’attività manuale.

L’evento è a ingresso libero fino ad esaurimento posti.

Oreste Castagna nasce a Milano nel 1959, si diploma al liceo classico “Giuseppe Parini” e frequenta Lingue e Letterature straniere all’Università degli Studi di Milano e il D.A.M.S. dell’Università di Bologna. Diplomato alla Scuola di Teatro delle Grazie di Bergamo diretta da Umberto Verdoni. Fonda con Pietro Ghislandi nel 1980 il gruppo di cabaret “Quelli del Bunker” e per 10 anni fa spettacoli nei più noti locali italiani; tra i loro autori, Gaspare e Zuzzurro. Nel 1983 inizia la sua collaborazione come attore con Bruno Bozzetto. Ha debuttato in televisione nel 1984 conducendo insieme a Elisabetta Gardini su Raiuno il programma “Cartoni Magici”. Dal 1990 al 2000 ha doppiato Dodò nel programma televisivo “L’albero azzurro”, trasmesso sulle reti Rai la mattina. Nello stesso, inizia l’attività di regista a Firenze con il gruppo Teatro Aster, dove sperimenta la sua esperienza televisiva nel programma “L’albero azzurro”, con il ciclo di spettacoli “Cartastorie”. Da qui inizia la collaborazione con la Fondazione AIDA di Verona, che propone spettacoli in lingua italiana e inglese, con la trilogia di Oscar Wilde “Il principe felice”, “Il gigante egoista”, “L’usignolo e la rosa”. Negli anni novanta comincia anche la collaborazione con il Teatro Prova di Bergamo come regista e autore. È regista di diversi spettacoli per ragazzi e anche di spot pubblicitari e videoclip in Francia, Italia, Spagna e Inghilterra. Nel 2001 è protagonista nel lavoro teatrale diretto da Silvia Barbieri e Elio De Capitani al Teatro dell’Elfo di Milano “Nessuno tocchi Caino”. L’anno dopo conclude la trilogia teatrale su Dante con gli allievi attori della scuola del Teatro Prova di Bergamo ne “Inferno-Purgatorio-Paradiso”, è regista de “Il campanaro” prodotto dal Teatro Prova di Bergamo. Nel 2004 ha diretto il musical “La lauda di Francesco” su musiche di Angelo Branduardi su San Francesco. Dal 2002 è Gipo Scribantino, un nuovo personaggio del programma per bambini di Rai 3 “La Melevisione”. In seguito interpreta lo stesso personaggio nelle trasmissioni “Il Videogiornale del Fantabosco”, “Le storie di Gipo” e “Buongiorno con Yoyo” in onda tuttora su Rai Yoyo. Nel 2014 torna nel cast de “L’albero azzurro”, con il ruolo dello gnomo Gipo, direttamente dalla Torre Scribantina.

c.s.

Resta aggiornato con le nostre ultime notizie da Google News

Seguici