Condividi l'articolo

Il CONIo fatto realizzare espressamente per la primatista italiana.

Alassio. L’Adelasia d’Oro incastonata in un ciondolo che potrà sempre portare con sé con, sul retro, inciso il tempo con cui durante le Olimpiadi di Tokyo ha fatto registrare il Record Italiano: 12 e 75.

Ieri pomeriggio una sorridente e un po’ trafelata Luminosa Bogliolo è stata ricevuta nell’ufficio del sindaco dove ha ricevuto dalle mani di Roberta Zucchinetti, Presidente del Consiglio con delega allo sport, e del Vice Sindaco Angelo Galtieri il prezioso riconoscimento, fatto CONIare appositamente per lei.

«Abbiamo voluto far realizzare qualcosa di unico – il commento dell’Amministrazione Melgrati Ter che durasse nel tempo. Del resto lei aveva già fatto il pieno dei riconoscimenti istituzionali: Alassino d’Oro, Adelasia d’Argento, firma sul Muretto… Certo che se dovesse registrare ulteriori successi, come tutti noi auspichiamo, non sappiamo davvero cosa dovremo inventarci, ma lo faremo volentieri».

«Sono felice – le parole di Luminosa di questo riconoscimento e di tutto l’affetto che ho sempre sentito con me. Lo stadio a Tokyo era vuoto ma io sentivo tutti voi, tutta Alassio, tutta la Liguria con me. Non vedevo l’ora di tornare per ringraziarvi tutti».

«Avevi un doppio vantaggio – sorride Galtieri avevi con te tutta Alassio, ma anche tutta Moglio, che è stato il tuo valore aggiunto». La famiglia di Luminosa ha infatti le sue origini nella più popolosa frazione alassina che da sempre rivendica i natali della campionessa di cui i mogliesi vanno giustamente orgogliosi.

Resta aggiornato con le nostre ultime notizie da Google News

Seguici