Ventimiglia, l'amministrazione ha dato il via all'ampliamento per le spiagge libere attrezzate

Azienda Agricola - Agriturismo Torre Pernice

L'amministrazione Scullino ha dato il via all'ampliamento per le spiagge libere attrezzate, che potranno utilizzare il 70% dello spazio in concessione (anziché il 50%) per ridurre gli effetti del contingentamento e ieri pomeriggio si è concluso il bando per reperire gli steward che dovranno vigilare su 84 mila metri quadrati di spiagge pubbliche: hanno aderito 6 soggetti, tra imprese, cooperative e associazioni per il controllo dell'arenile.

Ma le spiagge pubbliche, ad oggi, sono ancora in gran parte da sistemare. In attesa dei lavori sono ancora interdette al pubblico con ordinanza del sindaco, complice la presenza di vere e proprie montagne di materiale da smaltire, vaste porzioni di spiagge libere. Nello specifico risulta off limits il tratto tra la foce del torrente Nervia e via Lamboglia e il tratto tra via Dante e via Chiappori. Vietata al pubblico, almeno ufficialmente, anche la spiaggia delle Calandre e il tratto tra la spiaggia di Latte ed il confine, con la sola esclusione dei Balzi Rossi. Quest'ultima parte, che comprende le Calette di Mortola, salvo cambi di rotta, resterà chiusa per tutta l'estate. I lavori per ripulire le spiagge dai rifiuti trasportati dalle piene e poi accatastati dai disoccupati che percepiscono il reddito di cittadinanza, sono cominciati da poco.

Per segnalare alla redazione refusi, imprecisioni ed errori è disponibile un modulo dedicato.

La TUA pubblicità qui. Contattaci