Mediagold.it

Notizie, turismo, attualità e curiosità della Liguria e non solo

Annunci

Varazze: quando la mandragora non è un dramma letterario

Tempo di lettura: 1 minuto

Ieri sera sette persone intossicate a Varazze.

Varazze. “La mandragora” è uno dei capolavori letterari e teatrali del cinquecento, affidato alla cura di Nicolò Macchiavelli. Un’opera che ben dipingeva la società di quel tempo del quale il grande autore si faceva sberleffo. Ma la mandragora è anche un’erba che può creare disturbi intestinali e gastrici acuti, come ben sanno le sette persone che ieri sera ne hanno fatto involontario uso in un albergo di Varazze.

Ci spiega una nota commerciante albenganese, nota per il suo pregiato negozio di frutta e verdura: «Si tratta di un’erba dal colore generalmente blu pallido che, se mischiata ad altre ad esempio in un minestrone di verdure, può causare conseguenze serie, ma non serissime. Generalmente chi per sbaglio ne fa uso, con una cura adatta, sta meglio nello spazio di una giornata».

Ed in effetti i sette componenti (cinque adulti e due bambini) di una famiglia che ieri sera sono stati soccorsi dalla Croce Rossa di Varazze, dalla Croce Verde di Albisola e dalla Croce Rosa di Celle e trasportati in codice giallo all’ospedale San Paolo, dopo aver assaporato la citata erba, certo per errore, stanno ora meglio e verranno dimessi in giornata. Tra l’altro un fatto analogo si è registrato qualche giorno fa a Milano dove diverse persone sono rimaste intossicate a causa di una confezione di spinaci che all’interno conteneva la famigerata erba.

image_pdfScarica il PDFimage_printStampa
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: