"Uniti per il domani" punta su Roberto Sasso Del Verme: "La città verso il rinnovamento"

In lista alcuni soggetti che facevano parte della precedente amministrazione

La TUA pubblicità qui. Contattaci

Laigueglia. "Uniti per Laigueglia", la lista civica che candida Roberto Sasso Del Verme, è pronta alla sfida. Forte impegno per rinnovare la città. Programma che ha come punti fondamentali il turismo, l'ambiente, il mare.

Con Sasso Del Verme ci sono anche Cinzia Mastropaolo, Fabio Giuliano, Lino Bersani, Fulvio Ricci, Federica Giovinazzo, Corrado Folco, Giancarlo Garassino, Fabrizio Montaldo, Caterina Favoino e Massimiliano Dapolito. Le idee, i progetti e le aspettative della lista per i prossimi cinque anni sono ben descritti dal programma elettorale: 1. Qualità della vita – il primo punto dell’azione amministrativa deve essere finalizzato a migliorare la qualità della vita dei cittadini. Un alto livello di servizi è sicuramente fondamentale per raggiungere questo scopo. In questi anni molto è stato fatto con l’allungamento del servizio scolare con l’introduzione dell’asilo nido e l’apertura delle scuole medie. E’ importante continuare su questo percorso aumentando i servizi ed implementandoli dove possibile dal punto di vista sociale. E’ anche necessario ricreare il cuore del borgo incentivando il tessuto artigianale e commerciale con scelte fiscali per nuove attività artigianali legate alle tradizioni ed attività commerciali esistenti e nuove che garantiscano un’apertura annuale.

2. Turismo, sport, cultura – proseguire e terminare i lavori in corso per la sistemazione dell’area del “parco dell’orso”, quale terrazza sul mare attrezzata e la valorizzazione dell’ex campo sportivo, progetti che non solo sono volti a creare possibilità di praticare sport (calcio, mountain bike) ma anche a creare un indotto lavorativo e, soprattutto turistico rivolto all’outdoor per il nostro paese.

Certamente la nostra vocazione turistica è data dal clima, dalle nostre spiagge e dalla nostra collina che, in egual misura, vogliamo promuovere e preservare per garantire una migliore qualificazione.

Un capitolo a parte, che in un borgo come il nostro non deve essere sottovalutato, è quello culturale. Dopo la realizzazione della nuova biblioteca, nonché centro di aggregazione culturale, con sede in Via Pagliano, ci vogliamo impegnare per rivalorizzare e promuovere le nostre vecchie tradizioni del mare e di terra appoggiando e sostenendo le associazioni culturali per farle diventare anche una “attrattiva” turistico-gastronomica.

Il ricco carnet delle manifestazioni continuerà a fare parte della nostra promozione del Borgo per accogliere i nostri turisti e visitatori con il Marchio Turistico già ben delineato con successo negli anni passati.

Uno dei Borghi più Belli d’Italia non può sviluppare turismo senza adeguate strutture ricettive; è nostra ferma convinzione attivare tutte le possibili iniziative per mantenere le attività presenti sul territorio ed anzi mettere in campo incentivi che consentano alle attività esistenti di migliorare la qualità e la quantità dei propri servizi ed attrarre nuovi investitori. Fondamentale però, al fine di attuare il programma, succitato sarà una totale e piena collaborazione con gli operatori turistici definendo con essi le linee base dei nostri interventi nel settore economico.

3. Urbanistica – il primo passo sarà quello di ripristinare il PUC, che per motivi puramente burocratici non è più effettivo. Sarà nostra attenzione rivedere, con particolare riguardo, la semplificazione di tutti quei regolamenti che oggi sono di ostacolo ed intralcio alle pratiche edilizie. Come si è provveduto in passato allo snellimento burocratico eliminando la commissione edilizia, si provvederà in futuro ad impostare con regole semplici e chiare il piano dei dehor, il piano degli arenili e tutte le altre normative comunali.

4. Infrastrutture e opere pubbliche – sono in itinere opere pubbliche che intendiamo portare a compimento quali la riqualificazione della passeggiata Badarò, la riqualificazione e adeguamento ex campo da calcio per out door mountain bike, e la realizzazione del muds (sistema sottomarino per il trattamento delle acque reflue). Si prevede di attuare anche una serie di interventi importanti per il territorio compatibilmente con lo svincolo del patto di stabilità, oppure con il finanziamento da parte degli enti sovraordinati (Regione, Stato, Comunità Europea).

Le principali opere pubbliche che vogliamo effettuare si possono sintetizzare in:

- Itinerario ciclopedonale laiguegliese che darà la possibilità ad un collegamento sicuro e diretto sia ciclabile che pedonale, con il comune di Andora

- Il progetto dell’ex asilo Guardone per la trasformazione dell’immobile in alloggi convenzionati per famiglie

- Il ripristino, adeguamento e pulizia della sentieristica collinare

- La realizzazione di aree di parcheggio, anche mediante project financing, nelle zone a ponente ed a levante del nostro paese

- La riqualificazione dell’ex capannone sar con un attento esame su quello che si può realizzare rivolto allo sport e all’intrattenimento delle diverse fasce di età

- Il miglioramento del parco giochi per bambini

- Adeguamento antisismico del plesso scolastico

5. Ambiente – Un territorio turistico ha nell’ambiente uno dei cardini fondamentali della propria vocazione. Valorizzare le nostre colline con percorsi puliti e segnalati per tutte le attività di outdoor presenti e che intendiamo sviluppare ulteriormente è un modo di rendere fruibile tutto il territorio e garantire la presenza diffusa. La storia meno recente del nostro paese è legata al mare ed è nostra volontà valorizzare l’attività e la cultura della pesca e di tutte le altre attività legate alla vita del mare che garantiscono il rispetto dell’ambiente marino. Ambiente è anche raccolta differenziata, oggi Laigueglia ha raggiunto quasi il 70% di differenziata con il sistema porta a porta e ha ridotto in due anni la tassa sui rifiuti dell’ 8% diventando uno dei “comuni ricicloni” della Regione Liguria. Riteniamo che alcune migliorie possano essere introdotte al fine di garantire una migliore qualità del servizio per ottenere una percentuale ancora maggiore di differenziata, così da ridurre i costi, evitare le sanzioni e poter abbassare la pressione fiscale.

6. Energia e Innovazione – L’inizio del terzo millennio è stato contraddistinto da un forte cambiamento tecnologico e dominato dalla green economy. Laigueglia ha necessità di aprirsi in questo nuovo mondo che avvolge tutta l’economia ma anche la vita quotidiana di ciascuno di noi. Le nostre risorse disponibili saranno indirizzate su; WiFi diffuso su tutta l’area del centro storico, colonnine per la ricarica di mezzi elettrici (ebike, auto, moto), mezzi di servizio comunale attivi nel centro storico a trazione elettrica, realizzazione di database in grado di gestire tutte le applicazioni per smartphone che possano essere di servizio sia per turisti che per residenti(pagamento e disponibilità parcheggi, informazioni attività turistiche, manifestazioni, ecc.)

7. Sociale – il Comune di Laigueglia è il capofila dell’Ambito Territoriale Sociale 18 che comprende tutti i comuni dell’entroterra dell’ex Comunità Montana Ingauna; questo è un impegno importante che vogliamo portare avanti nell’interesse non solo nostro ma di tutto il territorio. Presteremo molta attenzione alle fasce deboli (giovani, anziani e disabili) al fine di garantire una dignità a ciascuno. Nonostante gli elevati costi della gestione della Residenza Protetta per anziani impegneremo tutte le risorse disponibili al fine di mantenere in piena efficienza la struttura stessa. Fondamentale come presidio territoriale è il Centro Medico che cercheremo di mantenere aperto mettendo in campo tutte le azioni possibili. Ci piacerebbe che queste non rimanessero solo parole scritte su un foglio di carta da un gruppo di persone che ci credono ma che nei prossimi cinque anni si concretizzino in vere opere per il bene del nostro paese".

Per segnalare alla redazione refusi, imprecisioni ed errori è disponibile un modulo dedicato.

La TUA pubblicità qui. Contattaci