Un ligure su 3 considera la mafia un fenomeno marginale

Pista Kart Indoor Albenga

Genova. Un ligure su 3 considera la mafia un fenomeno marginale e 7 su 10 ritengono che la corruzione, a livello regionale, sia "molto o abbastanza diffusa". Questi i dati che emergono dalla ricerca dell' associazione antimafia Libera sulla 'Percezione e presenza delle mafie e della corruzione in Liguria'. La ricerca è basata su 420 questionari pari al 4,1% del campione nazionale tra cittadini con età media di 23 anni. Secondo i dati raccolti gli intervistati considerano la mafia un fenomeno marginale (33,3%) o non socialmente pericoloso (24,5%). Solo tre su 10 la considerano pericolosa. Tra le attività principali della mafia in Liguria secondo gli intervistati ci sono droga, turbativa d'appalto e lavoro irregolare. Infine, mentre 7 intervistati su 10 ritengono molto o abbastanza diffusa la corruzione nella regione, 3 intervistati su 10 hanno detto di conoscere o di aver conosciuto qualcuno che ha ricevuto o offerto tangenti. Otto su 10 ritengono che le persone non denuncino la corruzione per paura delle conseguenze.

Per segnalare alla redazione refusi, imprecisioni ed errori è disponibile un modulo dedicato.

Centro Revisione Arnaldi