"Træ in sciô Bansîgo”, il varietà in genovese dei Timeless alla Sala Diana di Genova

ad-unit-arte-e-kaos-alassio-728-90

Genova. L’appuntamento, interessante e divertente, è in programma sabato 17 e domenica 18 ottobre, con doppia programmazione alle 17.00 ed alle 21.00 alla Sala Diana di Via Paggi a San Fruttuoso, nel cuore di Genova.

Si tratta dello spettacolo “Træ in sciô Bansîgo”, un vero e proprio “variêtæ in zeneize”. Organizzato dal gruppo Timeless, le protagoniste sul palco sono tre donne, le attrici Ivana Marengo, Cinzia Rapetto e Bianca Podestà (con l’attenta ed un po’ misteriosa regia di The New 3 Peters Sisters) che proseguono nel loro progetto di proporre il teatro dialettale in una formula rinnovata: da qui il “varietà in genovese”.

Durante lo spettacolo – due tempi di Ivana Marengo – è chiaro che la protagonista è la donna, o meglio le donne: quelle con la “D” maiuscola.

«Perché le donne hanno una grande forza – spiega Paolo Ferrari, nella foto con le protagoniste e che cura la difficile parte di audio e video – e non sono di certo il sesso debole. Perché le donne sono forti come uragani e non si fermano davanti a nulla. Ma le donne non nascono forti. Si temprano e lo diventano, hanno fascino ed eleganza in ogni loro espressione, sono determinate e sanno essere di una dolcezza incomparabile».

Il “bansîgo” – per chi conosce poco il dialetto genovese l’altalena – simboleggia l’alternanza delle scenette con i video, le canzoni ed i balletti. L’intento è quello di offrire un momento di svago con sfumature culturali e toni decisamente goliardici ricchi di humour genovese. A detta di chi ha seguito le prove dello spettacolo, sembra che le tre protagoniste facciano centro. Insomma, uno spettacolo pieno di amore per le donne, ma anche per il dialetto genovese.

Proprio il genovese, una “lingua” che in tanti vorrebbero che tornasse a vivere ed ad essere abitualmente parlata, e noi siamo fra questi!

I due tempi sono di Ivana Marengo, le scenografie di Cinzia Rapetto, i costumi Madame Clelià e Maria Angela Cerruti.

c.s.

Per segnalare alla redazione refusi, imprecisioni ed errori è disponibile un modulo dedicato.

La TUA pubblicità qui. Contattaci