Toti: "Ventimiglia è un traino per la Liguria, cerniera con la Francia"

Ferrari Innovations

Ventimiglia. Una mattinata “proficua e operativa di lavoro” in cui si è parlato di “messa in sicurezza della sanità territoriale, con l’individuazione del luogo dove realizzare il Palasalute e il percorso ormai in fase finale per l’affidamento ai privati dell’ospedale di Bordighera oltre a quello per realizzare l’ospedale nuovo di Taggia grazie all’accordo con Inail”, di “messa in sicurezza delle infrastrutture, con le risorse del fondo strategico e la sollecitazione del Mit per realizzare le opere di cui questo territorio ha bisogno, attraverso il rinnovo delle concessioni autostradali e i piani di investimento di Anas e di Rfi” e “dello sviluppo di questo territorio su cui bisogna correre, perchè il Parco Roja e il porticciolo turistico diventino realtà il prima possibile” nella consapevolezza che “questa terra ha dimostrato grande vitalità e capacità ed è un traino per tutta la Liguria”. Così il presidente della Regione Liguria Giovanni Toti questa mattina a Ventimiglia per una visita al cantiere del porticciolo turistico, l’incontro istituzionale in Comune e, a seguire, il sopralluogo nel Parco Roja. Insieme al governatore, accompagnato dal sindaco Gaetano Scullino, gli assessori alla Sanità Sonia Viale, all’Urbanistica e Demanio Marco Scajola e ai Trasporti e Occupazione Gianni Berrino.

“Ventimiglia e tutto il territorio imperiese – ha sottolineato Toti – sono una grande risorsa: questo è un territorio non solo di confine ma anche di cerniera per l’ingresso in Liguria e nel Paese di capitali, idee e risorse anche dall’estero”. Il governatore ha ricordato di aver firmato la settimana scorsa il decreto che liquida le somme urgenze per gli eventi alluvionali dell’ottobre e novembre 2019 e di aver provveduto alla suddivisione dei fondi per la mareggiata dell’autunno 2018. Per quanto riguarda il porticciolo turistico, il presidente Toti ha sottolineato che “è un esempio virtuoso, un modello strategico di investimento attraverso il partenariato tra capitali stranieri, l’amministrazione pubblica di Ventimiglia e investitori italiani. Questo intervento è legato ad un piano di sviluppo urbano importante per cui Ventimiglia partecipa al bando di rigenerazione urbana varato dalla Regione”. Per quanto riguarda le infrastrutture “continueremo a insistere con il governo e a dialogare con Anas e Rfi perché vengano realizzati i progetti inseriti nel nuovo bando per il rinnovo della concessione con Autofiori e vengano finanziati interventi strategici come l’Aurelia Bis e realizzato al più presto il completamento del raddoppio della linea ferroviaria tra Finale e Andora. Dall’altra parte – ha proseguito il presidente Toti - Regione sostiene gli investimenti in atto su questo territorio, accelerando le pratiche anche per i Grimaldi Gardens e attraverso lo sviluppo urbanistico dell’area immediatamente alle spalle del porticciolo turistico che costituirà una riqualificazione di tutto il waterfront cittadino”. Inoltre “stiamo lavorando per il nuovo Palasalute – ha spiegato il governatore - non appena la Giunta avrà individuato il luogo più idoneo. Il ponente avrà nuovamente operativo entro pochi mesi il pronto soccorso di Bordighera grazie all’affidamento ai privati della gestione dell’ospedale che è stato così messo in sicurezza: credo che questo sia un risultato epocale per questo territorio che avrà in futuro anche l’ospedale nuovo di Taggia, grazie all’accordo con Inail e un investimento di 225 milioni di euro”.

In merito allo sviluppo del parco Roja, “già nei prossimi giorni – ha sottolineato Toti - avvieremo importanti investimenti attraverso il fondo strategico regionale per la messa in sicurezza idraulica di quell’area in modo che possa essere sdemanializzata e utilizzata per lo sviluppo di questa città, dando corpo e gambe all’accordo di programma siglato nel 2014”.

Per quanto riguarda i frontalieri, il presidente ha ricordato che “abbiamo difficoltà ad intervenire sui trasporti che sono competenza del governo a cui abbiamo scritto più volte senza purtroppo avere risposte. Stiamo cercando di trovare accordi bonari con aziende che possano implementare il trasporto su gomma. Con questi lavoratori – ha concluso Toti - abbiamo un rapporto consolidato, abbiamo finanziato la formazione e i corsi di francese ed è stata approvata una legge che riconosce il loro ruolo, con l’istituzione di un’apposita commissione valuterà le iniziative a loro sostegno”.

Per segnalare alla redazione refusi, imprecisioni ed errori è disponibile un modulo dedicato.

La TUA pubblicità qui. Contattaci