Tar e Consiglio di Stato bocciano il Puc di Laigueglia

La TUA pubblicità qui. Contattaci

Laigueglia. Bocciato dal Tar e ora anche dal Consiglio di Stato. Per il Comune di Laigueglia è arrivata la seconda doccia fredda per il nuovo Piano urbanistico che secondo le associazioni ambientaliste conteneva delle irregolarità. Proprio il Tar, due anni fa, aveva accolto il ricorso con il quale veniva indicato come il Puc non fosse stato sottoposto alla procedura di Verifica ambientale strategica.

L’ente pubblico, contrario alla decisione dei giudici del Tribunale ligure hanno deciso di ricorrere al Consiglio di Stato. Dopo l’ennesima bocciatura l’Amministrazione comunale dovrà procedere rapidamente all’adozione di un nuovo Puc per rispettare il termine del 2020 fissato come data limite.

Un procedimento complesso visto che l’ente aveva accolto positivamente l’intervento della Regione Liguria che aveva indicato che la Vas, Verifica ambientale strategica, non era necessaria. Di diverso avviso gli ambientalisti che ora possono cantare vittoria dopo aver incassato un doppio risultato positivo.

Per segnalare alla redazione refusi, imprecisioni ed errori è disponibile un modulo dedicato.

La TUA pubblicità qui. Contattaci