Sunia: "Bene il blocco degli sfratti, ma ora pensiamo anche ai fondi per gli affitti"

ad-unit-arte-e-kaos-alassio-728-90

Savona. «Bene lo stop degli sfratti deciso dal Governo. Finalmente è stata accolta la richiesta del Sunia. Sarebbe stato paradossale che, mentre si chiede a tutti di stare in casa, alcune famiglie venissero sfrattate dalle proprie abitazioni». Carmelo Lauria, segretario provinciale del Sunia, ha accolto con soddisfazione il decreto «Cura Italia» così come il suo segretario nazionale Stefano Chiappelli: «Sarebbe stato paradossale che, mentre si chiede a tutti di stare in casa, alcune famiglie venissero sfrattate dalle proprie abitazioni. Apprezziamo nel suo complesso le misure previste del Decreto, che ha l’obiettivo di fronteggiare le molteplici difficoltà che oggi e nelle prossime settimane dovrà affrontare il nostro Paese».

Le ricadute della decisione governativa sul Savonese sono importanti: «Il momentaneo blocco degli sfratti – aggiunge Lauria - rappresenta un importante contributo e serve a ristabilire un minimo di serenità soprattutto nelle fasce più deboli». Ma il Sunia rimarca anche che «al momento non è stato previsto alcunché rispetto alla necessità di implementare il Fondo Affitti. Risorse che – sottolinea Lauria -riteniamo indispensabili per prevenire l’aumento della morosità incolpevole con il conseguente aumento del numero degli sfratti».

Per segnalare alla redazione refusi, imprecisioni ed errori è disponibile un modulo dedicato.

La TUA pubblicità qui. Contattaci