Stranieri accusati di violenza sessuale a Ventimiglia, si apre il processo a Imperia

Profumeria Simonini

Ventimiglia. Due afghani, Muhammad Bilal Azarbuz e Sharai Musa Khan (di cui si sono perse le tracce), sono accusati di violenza sessuale e questa mattina per loro si è aperto il processo in tribunale a Imperia. Le vittime sono due venticinquenne nigeriane per un episodio accaduto il 3 dicembre di due anni all’interno della galleria ferroviaria di frazione Peglia, a Ventimiglia.

Questa mattina in aula sono stati ascoltati i testimoni. Quindi il processo è stato rinviato al prossimo 12 marzo. Per quel giorno saranno ascoltati altri testimoni e il pm Antonella Politi presenterà formalmente le sue richieste.

Per segnalare alla redazione refusi, imprecisioni ed errori è disponibile un modulo dedicato.

Centro Revisione Arnaldi