Sicurezza sui treni e in stazione, le richieste dei sindacati

Azienda Agricola - Agriturismo Torre Pernice

La sicurezza sui treni e nelle stazioni ferroviarie. Dopo i pendolari, sono i sindacati a mettere nero su bianco le loro perplessità. Luca Miraglia (Filt Cgil), Sandra Piana (Fit Cisl), Cristian Sedda (Uiltrasporti), Francesco Zolezzi (Ugl) e Mario Pino (Fast) hanno scritto a Trenitalia, alla direzione del trasporto regionale della Liguria e all’assessore regionale ai Trasporti, Gianni Berrino. Sottolineano le problematiche di ordine pubblico in relazione all’avvio della cosiddetta Fase 3 dopo l’apertura delle regioni e soprattutto alle porte della stagione estiva. «Già ora – sottolineano i sindacati - registriamo un sempre crescente aumento dell’affluenza di viaggiatori. Rispetto alle disposizioni di esercizio del personale ferroviario e delle norme del ministero dei Trasporti sul contingentamento a bordo dei mezzi di trasporto ferroviari, questa situazione costituisce un serio pericolo per il personale bordo treno e per gli stessi viaggiatori. A questo – dicono i sindacalisti – si deve aggiungere una insufficiente rete di vendita e assistenza utile a fronteggiare, gia` dai prossimi giorni l’afflusso di clientela». Le organizzazioni sindacali propongono interventi urgenti per evitare il collasso: «E’ necessario un maggior cadenzamento dei treni da e per le regioni limitrofe, senza tralasciare i servizi per le localita` turistiche, nonché l’apertura di sportelli di vendita anche sulla Riviera di Ponente. Necessario potenziare gli sportelli del nodo genovese, nonché implementare tutti i servizi che concorrono al prodotto treno attraverso una proficua utilizzazione di tutto il personale disponibile». Per Luca Miraglia (Filt Cgil), Sandra Piana (Fit Cisl), Cristian Sedda (Uiltrasporti), Francesco Zolezzi (Ugl) e Mario Pino (Fast) «si tratta di soluzioni necessarie per coniugare maggior sicurezza, diritto alla mobilita`, nonché il rilancio e la ripartenza della nostra regione». In una seconda lettera, solamente Filt e Orsa, rimarcano invece «le mancate risposte circa la richiesta di aumento del personale agli sportelli e di assistenza ai viaggiatori».

Per segnalare alla redazione refusi, imprecisioni ed errori è disponibile un modulo dedicato.

La TUA pubblicità qui. Contattaci