Condividi l'articolo

L’Amministrazione Comunale di Sestri Levante, insieme con gli uffici competenti che stanno lavorando con grande impegno, ha programmato un pacchetto di misure a sostegno di famiglie e soggetti più colpiti dall’emergenza Covid-19 che prenderà l’avvio già a partire dai prossimi giorni grazie ai fondi ricevuti dal Governo nazionale.

«Il lavoro si è basato su una analisi strutturata della situazione in città e delle sue emergenze più importanti – dichiara la Sindaca Valentina Ghio partendo dall’esperienza del primo lockdown della scorsa primavera e implementandola con l’attuale evoluzione della situazione sia sul piano sociale che economico. Il risultato è un pacchetto di misure che interviene su 3 macro aree: sociale, economica, culturale e sportiva e che pensiamo possa dare un segnale di attenzione a tutte le categorie più colpite. Il Comune stanzia 500.000 per famiglie e imprese più le ulteriori misure di supporto».

L’ambito sociale prevede interventi a supporto delle famiglie, degli anziani e in generale ai soggetti più fragili.

La prima misura sarà avviata il 3 dicembre con la pubblicazione del bando “Buoni alimentari”, che prevede l’utilizzo dei 96 mila euro del Governo, che saranno utilizzati per l’emissione di buoni spesa utili all’acquisto di alimenti e generi di prima necessità: l’obiettivo è il sostegno a cittadini e famiglie che hanno avuto importanti riduzioni di reddito negli ultimi mesi a causa della pandemia in corso o che si trovano in situazione di disagio economico. Il bando sarà aperto dal 3 al 16 dicembre: la domanda, debitamente compilata e con l’indicazione degli estremi del documento d’identità, potrà essere inviata all’indirizzo {{email address=}}.

Come durante la primavera scorsa si potrà avere assistenza nella compilazione delle domande chiamando il centralino del Comune di Sestri Levante (8.30 – 13 e 14 – 17) il numero di cellulare dedicato 320 437 0025 (da lunedì a venerdì dalle 8.30 – 14).

Anche in questa occasione l’Amministrazione Comunale ha deciso di impostare un sistema che coinvolge tutto il tessuto commerciale cittadino, per dare un sostegno concreto e più ampio possibile al territorio, creando cosi un circuito virtuoso per cui i buoni che consegnati ai cittadini per la spesa diventino anche un sostegno a beneficio degli esercizi cittadini.

Il 4 dicembre si aprirà anche il “Bando affitti”, finanziato per oltre 112 mila euro con risorse regionali: il bando, con lo scopo di aiutare i cittadini e famiglie in difficoltà nel pagamento dell’affitto di casa, resterà aperto fino all’8 gennaio 2021: sarà attivo un servizio di consulenza telefonica dal lunedì a venerdì dalle 9 alle 11 e presso la sala Riccio del palazzo comunale di piazza Matteotti sarà attivo uno sportello in cui si potrà compilare la domanda con l’aiuto di un operatore, previo appuntamento da richiedere al numero 0185 478300.

Dal 4 al 30 dicembre sarà aperto anche il bando per bollette riscaldamento e biglietti del trasporto pubblico per anziani ultra 65enni con ISEE inferione a 8.159 euro. Le domande potranno essere inviate via mail a {{email address=}} o con spedizione postale con raccomandata A/R o a mano tramite appuntamento con l’assistente sociale di riferimento.

Ancora le famiglie al centro nel bando per il sostegno dei nuclei familiari che hanno avuto una riduzione del reddito a causa della pandemia in corso e che potrà essere utilizzato per sostenere le spese di casa, la didattica a distanza dei figli e altre spese necessarie alla vita familiare: l’uscita del bando è prevista per il 30 dicembre.

Una ulteriore misura a supporto dei cittadini più anziani: l’Amministrazione sta infatti predisponendo un kit contenente un saturimetro, mascherine ffp2 e igienizzante mani che verrà consegnato prima di Natale ad anziani seguiti dal Comune per particolari fragilità e disabili. I kit verranno anche consegnati ai centri anziani e alle associazioni di quartiere per una distribuzione più capillare.

Il Comune sta inoltre elaborando alcune misure per il sostegno alle attività economiche e all’associazionismo culturale e sportivo che hanno risentito delle restrizioni collegate all’emergenza Coronavirus: anche in questo caso sono previsti avvisi pubblici che usciranno entro la fine dicembre.

L’Amministrazione comunale ha poi ritenuto necessario fornire un supporto anche per le nuove povertà: per questo verrà erogato un sostegno straordinario per il Centro di distribuzione alimentare e per la mensa dei frati cappuccini che in questi mesi hanno intensificato in maniera importante la propria attività.

Infine, come già annunciato, parte dei fondi del Governo sono stati utilizzati per dare un supporto concreto ad ASL per realizzare una area drive per tamponi Covid anche a Sestri Levante, con l’obiettivo di velocizzare e ampliare al massimo il monitoraggio dei positivi. Nella giornata di giovedì 25 novembre è stato allestito il container con luce, riscaldamento e rete adibito a uso ufficio, grazie alla collaborazione con Fincantieri, e si concluderà nella giornata odierna il montaggio della tensostruttura che sarà quindi messa a disposizione di ASL a partire da domani, martedì 3 dicembre.

Il Rotary Club consegna al comune 50 buoni spesa di 30 euro ciascuno. Il supporto dell’associazione alle famiglie in difficoltà

Cinquanta buoni spesa per sostenere i cittadini e le famiglie in difficoltà nelle spese quotidiane. Si è tenuta questa mattina presso la sede del Comune in piazza Matteotti la consegna di 50 buoni alimentari del valore di 30 euro ciascuno, che saranno utilizzati dall’Amministrazione per alleviare almeno in parte l’oneroso compito di acquistare beni di prima necessità per le fasce di popolazione che versano in situazioni di disagio economico a seguito della pandemia.

I buoni, donati dal Rotary Club Rapallo-Tigullio, sono stati consegnati durante una piccola cerimonia alla presenza della sindaca di Sestri Levante Valentina Ghio, dell’assessore ai Servizi Sociali Lucia Pinasco e della direttrice del Distretto Sociale Maria Diletta Demartini, a cui hanno presenziato il presidente di Rotary Club Rapallo-Tigullio Alessandro Moracchioli e il presidente della Commissione Immagine Pubblica Pier Enrico Dall’Orso.

I ticket distribuiti dal Rotary verranno consegnati dai Servizi Sociali ai destinatari designati, con precedenza ai nuclei familiari seguiti dal servizio oppure alle famiglie numerose con minori. Ogni possessore della tessera prepagata, in occasione della spesa, potrà decidere se utilizzare l’intero importo disponibile pari a 30 euro oppure se suddividere la cifra in più tranche a seconda dei propri bisogni in piccole somme fino all’esaurimento del massimale disponibile. La tessera potrà essere utilizzata per l’acquisto di ogni genere alimentare ad eccezione degli alcolici.

«Il progetto, che rientra nell’ambito delle iniziative disciplinate dall’Integrazione al Regolamento di assegnazione delle Sovvenzioni Distrettuali 2020/2021, è stato chiamato “let it pass – lascia che passi” per identificare un’azione rivolta a dare la precedenza ha chi ha maggior bisogno – commenta Alessandro Moracchioli -. Grazie alla sinergia di tutti i presidenti dei Rotary Club della zona, coordinati dal Club Rapallo-Tigullio, è stato possibile rendere concreto questo progetto, un buon esempio di azione animata da spirito di amicizia, entusiasmo e voglia di condivisione».

I buoni vanno ad aggiungersi a quelli previsti dal nuovo bando comunale “Buoni alimentari”, che sarà pubblicato domani, giovedì 3 dicembre e resterà attivo fino a mercoledì 16. La nuova tranche di buoni, che utilizzerà i 96mila euro stanziati a questo scopo dal Governo, coinvolgerà il tessuto commerciale cittadino per dare un sostegno concreto al territorio, creando cosi un circuito virtuoso per cui i buoni consegnati ai cittadini diventino anche un sostegno a beneficio degli esercizi cittadini.

«Vogliamo ringraziare il Rotary Club per questa importante azione di sostegno ai cittadini e in particolare alle famiglie che, a seguito della pandemia, si sono trovati a dover pagare un conto più salato e a vivere situazioni caratterizzate da maggiori complicanze – commenta la Sindaca Valentina Ghio . Questo gesto così piccolo ma al tempo stesso così concreto deve aiutarci a diffondere un messaggio molto forte, ovvero come tante azioni individuali di questa portata possano condurre, unendosi come tante gocce, a creare un mare di occasioni di supporto alla collettività».

Avviato il progetto “Il barattolo della solidarietà” in collaborazione con il Lions Club

È stato avviato il progetto “Barattolo della solidarietà”, creato a livello nazionale dal Lions club e portato avanti anche dal Comune di Sestri Levante, per il tramite dei Servizi Sociali, e dalla Cooperativa Il sentiero di Arianna. Uno strumento davvero semplice ma potenzialmente molto utile per chi vive solo ed è seguito dai Servizi Sociali: si tratta di un barattolo, posizionato all’interno del domicilio della persona assistita, contenente una scheda con tutte le informazioni di base utili ai soccorritori in caso di emergenza, come l’elenco delle medicine da assumere, le persone da contattare in caso di necessità e altre notizie che possono semplificare una parte dell’assistenza. Chiunque andrà al domicilio dell’assistito troverà il logo Lions sul battente interno della porta e sarà quindi avvisato della presenza del barattolo, riposto in luogo sicuro: il frigorifero è sembrato essere il luogo migliore dove conservarlo.

Sono 21 i partecipanti al progetto: la valutazione dei potenziali beneficiari è stata fatta delle assistenti sociali, dando priorità agli utenti più anziani dell’assistenza domiciliare soli o con una rete familiare poco presente (19 in tutto) ma includendo anche alcuni adulti con le medesime caratteristiche. Gli operatori dell’assistenza domiciliare hanno quindi provveduto alla consegna dei barattoli, compilando insieme agli assistiti la scheda con le informazioni anagrafiche; le informazioni sulla salute e sui medicinali da assumere sono invece compilate a cura dei medici di famiglia.

Così Lucia Pinasco, Assessore alle Politiche sociali del Comune di Sestri Levante: «Un progetto semplice ma molto intelligente che può rivelarsi determinante nell’assistenza a favore di persone fragili e sole. Colgo l’occasione per ringraziare il Lions Club di Sestri Levante, sempre attivo e attento ai bisogni del nostro territorio ma anche il Consorzio Tassano Servizi Territoriali che nelle figure delle Assistenti Sociali Laura Capaci e Michela Porro hanno curato la compilazione della documentazione necessaria e la distribuzione dei barattoli».

Dichiara Paola Vigliano, del Lions club: «Il Lions Club Sestri Levante è da sempre vicino alle necessità della città, soprattutto cercando di stare vicino ai più deboli. A volte ci vuole poco per poter essere vicino alla gente e permettere agli assistenti di dedicare loro più tempo. Per i Lions il concetto di servizio è alla base di ogni azione, tanto che il motto è “We Serve”».

Resta aggiornato con le nostre ultime notizie da Google News

Seguici