Condividi l'articolo

Varazze. In questi giorni la polizia locale di Varazze ha svolto dei servizi di sensibilizzazione in materia di lotta alla contraffazione dei prodotti, distribuendo dei volantini a cittadini e turisti in particolare negli stabilimenti balneari. Sul lungomare, da tempo, sono presenti dei cartelli che informano circa le possibili sanzioni a carico degli acquirenti. Nel corso delle attività di contrasto al fenomeno della vendita su aree demaniali, in questo mese oltre ai 29 sequestri effettuati, la Polizia Locale, in questi giorni, ha sanzionato una signora italiana per aver acquistato una borsa contraffatta. Di recente altri due acquirenti avevano ricevuto la stessa sanzione, che comporta il sequestro del bene acquistato e il pagamento di 200,00 euro per aver acquistato merce senza aver prima accertato la legittima provenienza delle cose che, per la loro qualità, per la condizione di chi le offriva e per l’entità del prezzo, inducevano a ritenere che fossero state violate le norme in materia di origine, provenienza dei prodotti e in materia di proprietà intellettuale.

Resta aggiornato con le nostre ultime notizie da Google News

Seguici