SAVONA, CLANDESTINI TROVATI A BORDO DI UN TIR

Sono pakistani d’età fra i 20 e i 25 anni, scoperti dall'autista che ha dato l'allarme

La TUA pubblicità qui. Contattaci

Savona

Nascosti nel cassone di un tir, dalla serbia a Savona. Un viaggio di tre giorni senza mai scendere nascosti tra le bottiglie di vetro vuote. L’autista del tir fermatosi all'autoporto di Savona li ha scoperti oggi intorno alle 13,45 quando ha aperto il cassone per dare un’occhiata al carico interompendo così il loro piano chiamando subito la polizia. Quattro pakistani, tutti uomini, d’età fra i 25 e 30 anni pensavano di attraversare il confine a Ventimiglia. Pur essendo provati dal viaggio in quelle condizioni disagevoli, il loro stato di salute sono apparse buone. L’autista,(un serbo) interrogato dalle forze dell’ordine, avrebbe ipotizzato che i clandestini siano saliti sul suo tir durante una sosta a Monfalcone. I pakistani, invece, hanno sostenuto di essersi nascosti nel cassone in Serbia quando cioè è iniziato il viaggio verso l’Italia. Un racconto che ora è al vaglio degli investigatori.

Per segnalare alla redazione refusi, imprecisioni ed errori è disponibile un modulo dedicato.

La TUA pubblicità qui. Contattaci