Savona: caso Azimut, dal gip l'ex vice sindaco Gianni Spotorno

ad-unit-arte-e-kaos-alassio-728-90

Savona. È in programma oggi alle 11,30 in Tribunale l’interrogatorio di garanzia per la convalida dell’arresto di Gianni Spotorno, l’ex promotore finanziario di Azimut, accusato di appropriazione indebita e autoriciclaggio per aver fatto sparire i risparmi dei clienti che gli erano stati affidati per essere investiti. Zero interessi e capitale sparito. Un movimento di soldi sottratti, attraverso “maneggi” sui conti correnti stimato da Procura e Finanza in circa 3 milioni di euro.

Dopo il deflagrare delle denunce e degli esposti dei concittadini che si sono sentiti raggirati, l’ex promotore poi sospeso e licenziato da Azimut, aveva dato le dimissioni da vicesindaco in Comune a Spotorno. A condurre le indagini è il pubblico ministero Marco Cirigliano. Davanti al giudice per le indagini preliminari Francesco Meloni che ha firmato l’ordinanza di arresto ai domiciliari, Spotorno sarà accompagnato dall’avvocato romano Massimo Rabagliati.

Per segnalare alla redazione refusi, imprecisioni ed errori è disponibile un modulo dedicato.

La TUA pubblicità qui. Contattaci