Sale a 124 il numero delle famiglie sfollate a causa del crollo del ponte Morandi

La TUA pubblicità qui. Contattaci

Genova. Sale a 124 il numero delle famiglie sfollate a causa del crollo del ponte Morandi, a cui ad oggi è stata trovata una sistemazione alternativa. Lo comunica il presidente della Regione Liguria e commissario per l'emergenza Giovanni Toti oggi pomeriggio via twitter. "Abbiamo assegnato già 66 case alle famiglie sfollate, 58 famiglie hanno scelto il contributo di Protezione civile per l'autonoma sistemazione - spiega -. 229 famiglie visioneranno nei prossimi giorni gli immobili individuati per loro. Tutti avranno presto un nuovo tetto".

Intanto Autostrade fa sapere che sono stati versati i contributi per le prime necessità a quasi tutte le famiglie della Zona Rossa. Su un totale di 252 famiglie, 245 nuclei familiari hanno presentato richiesta di un contributo economico alla società. Di queste, 215 famiglie hanno già ricevuto il contributo economico richiesto, da 8 a 12 mila euro, per oltre 2 milioni di euro complessivi.

Nel frattempo stanno arrivando contributi economici per le necessità più urgenti ai primi 5 commercianti, artigiani e imprenditori colpiti dalla tragedia di Genova, che lavorano all'interno della Zona Rossa e non hanno attualmente la possibilità di svolgere la propria attività.

Per segnalare alla redazione refusi, imprecisioni ed errori è disponibile un modulo dedicato.

La TUA pubblicità qui. Contattaci