Saldi scacciacrisi dopo il flop di affari a Natale

I commercianti savonesi sperano nel riscatto. Al via i controlli dei vigili.

La TUA pubblicità qui. Contattaci

Savona. L’inverno è appena cominciato ma già si apre ufficialmente il periodo dei saldi invernali: a ridosso di un dicembre che non è proprio andato a «gonfie vele», i commercianti savonesi si apprestano a scontare la loro merce, nella speranza di poter tirare una boccata d’ossigeno in un momento così critico per la loro categoria.

Parte quindi la «corsa agli affari» per i consumatori savonesi, avvantaggiati dal fatto che i negozi, proprio perché la stagione invernale è appena cominciata, sono ancora ben forniti; d’altro canto, i commercianti sperano di poter riscattare il magro periodo della «corsa ai regali di Natale», lievemente in ripresa solo a fine dicembre.

La decisione è stata presa dalla Conferenza delle Regioni e delle Province Autonome, concordando di rendere omogenea su tutto il territorio nazionale la data di inizio delle vendite di fine stagione e individuando per i saldi invernali il primo giorno feriale antecedente l’Epifania. È stato ribadito che i saldi durano 45 giorni e che almeno tre giorni prima della data d’inizio debba essere esposto un cartello ben visibile dall’esterno che ne annunci l’effettuazione. Gli sconti si concluderanno quindi il 19 febbraio. La decisione di anticiparli probabilmente è scaturita appunto dal periodo non propriamente roseo per il settore commerciale.

Per rispettare le normative in vigore, è richiesto di indicare i prezzi di partenza, la percentuale di sconto praticata, e il prezzo finale del prodotto; mentre proprio la Conferenza delle Regioni e delle Province autonome ha ricordato in particolare l’articolo 113 della legge regionale 1/2007, che sancisce che «non possono essere effettuate vendite promozionali nei quaranta giorni antecedenti le vendite di fine stagione o saldi per la medesima merceologia (abbigliamento, calzature, biancheria intima, accessori di abbigliamento, pelletteria) di prodotti stagionali o di moda tradizionalmente oggetto delle vendite di fine stagione».

Per segnalare alla redazione refusi, imprecisioni ed errori è disponibile un modulo dedicato.

La TUA pubblicità qui. Contattaci