Rottura acquedotto di Imperia. Danni e possibile razionamento

Il guasto questa mattina alle ore 6.

La TUA pubblicità qui. Contattaci

Imperia. Era considerato, da tanti cittadini dell’estremo ponente ligure, l’ultimo baluardo contro la società. «Fino a quando siamo nelle mani dell’acquedotto che preleva acqua dal Roja siamo tranquilli – dicevano ancora pochi giorni fa – possiamo rimandare i problemi del razionamento». Ma adesso, dopo il guasto e la rottura di diversi impianti avvenuta alle prime luci dell’alba tutto è più complicato.

Intanto i danni: l’acqua fuoriuscita, in prossimità di Oneglia, è davvero tanta, ed ha allagato alcune vie, oltre a danneggiare auto e moto in sosta. Il guasto, pur grave, verrà riparato in giornata, con tanti tecnici mobilitati, provenienti anche da fuori.

Il problema adesso è che la razionalizzazione dell’acqua è ormai irreversibile, tenendo conto che nella Riviera di Ponente non sono previste precipitazioni, secondo i nostri modelli, almeno fino alla prima decade di ottobre.

Il sindaco di Imperia, Carlo Capacci, anche alla luce delle proiezioni meteo che non promettono nulla di buono per arginare la società ha detto questa mattina che la razionalizzazione è da mettere ormai in conto e che le prime urgenti disposizioni verranno attuate nei prossimi giorni.

Per segnalare alla redazione refusi, imprecisioni ed errori è disponibile un modulo dedicato.

La TUA pubblicità qui. Contattaci