Roberto Tomatis (Lega): "Solo la presenza dell’esercito può ristabilire ordine e sicurezza ad Albenga"

Ferrari Innovations

Albenga. «Non c’è pace per la nostra città, sempre più in balia di spacciatori e balordi siano essi Italiani o extracomunitari, intanto il sindaco dottor Riccardo Tomatis e la sua giunta stanno beatamente a guardare mentre i cittadini continuano a dover sopportare passivamente, risse in pieno centro cittadino. E’ successo di nuovo lo scorso sabato, in piazza del Popolo, dove l’intervento tempestivo dei carabinieri della radiomobile di Albenga ha separato i due uomini marocchini, di 37 e 50 anni, in preda all’alcool che si sono presi a pietrate in faccia. Il trentasettenne era già noto ai militari per spaccio». Il consigliere di comunale Roberto Tomatis rilancia la richiesta di schierare in città l’esercito per tentare di riportare un minimo di ordine pubblico in una città dove il degrado la fa da padrone.

«Per non parlare del totale abbandono delle frazioni che, come al solito, vengono ricordate in campagna elettorale e poi subito dimenticate – sottolinea il consigliere Tomatis - In particolare Lusignano che, contrariamente al centro storico di Albenga, non riesce a veder garantita neppure l'illuminazione pubblica quando piove per problemi di manutenzione ai corpi illuminanti, mentre si investono migliaia di euro per illuminare le torri. Sempre a Lusignano, in via Enrico Riva dopo che le scorse amministrazioni, hanno investito migliaia di euro per la totale riqualificazione delle “creuze” oggi è completamente in stato d'abbandono con tombini divelti e tratti disconnessi sintomo di completa incuria». E conclude: «Sindaco Tomatis è arrivata l’ora di aprire la visuale oltre le torri e di ascoltare le esigenze di una città che chiede più ordine pubblico e maggiore sicurezza».

Per segnalare alla redazione refusi, imprecisioni ed errori è disponibile un modulo dedicato.

La TUA pubblicità qui. Contattaci