Aree crisi industriale complessa savonese: bando da 3 milioni di euro a sostegno infrastrutture di ricerca

La TUA pubblicità qui. Contattaci

Un bando da 3 milioni di euro di fondi Por Fesr 2014-2020 a sostegno alle infrastrutture di ricerca nell'area di crisi complessa savonese aprirà dall'11 al 31 ottobre. Lo ha stabilito la giunta regionale, su proposta dell'assessore allo Sviluppo economico Andrea Benveduti. Il bando ha come obiettivo il potenziamento delle strutture esistenti e lo sviluppo delle attività di ricerca nelle aree di crisi complessa.
“Durante gli incontri fatti nelle ultime settimane sul territorio savonese e in Val Bormida – spiega l'assessore Benveduti – è emerso un forte interesse da parte di un considerevole numero di aziende che hanno fatto richiesta di incontri b2b. Questo ci fa ben sperare sulle prospettive di rilancio industriale e di sviluppo occupazione delle aree. In attesa che si conosca l'esito dell'avviso nazionale, per meglio calibrare le misure ulteriori da mettere in campo come Regione, abbiamo convocato la cabina di regia con enti locali e sindacati per individuare il percorso più efficace per il rilancio delle aree”. Venerdì 3 agosto, alle 9, in Regione Liguria si riunirà la Cabina di regia con Comuni, Provincia di Savona, Autorità di sistema portuale, associazioni datoriali e sindacati. “Nell'occasione – spiega l'assessore Benveduti – verranno illustrate le strategie delineate durante gli Stati generali dell'occupazione, che riguardano l'integrazione di percorsi formativi e politiche attive del lavoro, con particolare attenzione alle aree di crisi del savonese”.

Per segnalare alla redazione refusi, imprecisioni ed errori è disponibile un modulo dedicato.

La TUA pubblicità qui. Contattaci