Raffica di furti a Borghetto, torna la paura per i ladri

La TUA pubblicità qui. Contattaci

Borghetto. «Se solo li avessi avuti due secondi tra le mani non so come sarebbe andata a finire. Dopo essere entrati dalla porta avrebbero potuto volare dalla finestra». Colpito al cuore, nella sua intimità, E.C., che abita in una palazzina di Borghetto Santo Spirito, racconta la sua disavventura. E si sfoga dopo la brutta sorpresa. Ladri, forse gli specialisti della chiave bulgara, sono entrati nel suo appartamento al terzo piano di un condominio non lontano dall’ex oleificio Roveraro e da Palazzo Pietracaprina. Ma non è il solo ad aver ricevuto la sgradita visita dei topi d’appartamento, che sono diventati particolarmente attivi in questo periodo d’estate.

«Hanno rubato anche dalla mia vicina: un trolley con diversi oggetti e soldi. In casa nostra – racconta E.C. – hanno rubato cellulari, soldi e computer. Sono stati velocissimi. Probabilmente hanno atteso il momento giusto per entrare in azione. Alle 9 ero uscito per andare in spiaggia e quando sono rientrato poco dopo le 11 ho trovato la casa sottosopra». «Per entrare – aggiunge - non hanno forzato la porta blindata. Forse hanno infilato nella serratura una chiave duplicata e l’hanno aperta. Infatti non ci sono segni di effrazione. Ma la cosa strana che il mio cane, un animale di mezza taglia, non ha abbaiato. Forse lo hanno narcotizzato, davvero non capisco come abbiano fatto perché quando sono tornato a casa era apparentemente tranquillo. Di solito quando qualcuno si avvicina alla porta lui comincia ad abbaiare».

La vicina di casa di E.C., ha raccontato di essersi allontanata ancora più tardi, verso le 10,30. È presumibile quindi che ad agire nel palazzo siano stati ladri «mordi e fuggi» che si accontentano di racimolare quello che capito sotto mano per scappare dopo pochi minuti con la refurtiva. I due furti, compiuti in meno di mezz’ora, non sono gli unici che si sono verificati in Riviera. Altri colpi sono stati segnalati, solo pochi giorni fa, anche a Finale Ligure, Bastia e Albenga. In tutti i casi si tratta di furti compiuti in abitazione e in un caso anche con persone che stavano tranquillamente dormendo e non si sono accorte di nulla.

Per segnalare alla redazione refusi, imprecisioni ed errori è disponibile un modulo dedicato.

La TUA pubblicità qui. Contattaci