Quattro nuovi arresti per spaccio nell'Albenganese

  • Redazione
  • 2 min e 26 sec (452 parole)
  • Cronaca
  • albenga
Azienda Agricola - Agriturismo Torre Pernice

Albenga. Negli ultimi 5 giorni, attraverso il dispositivo di prevenzione rinforzato per le festività, le pattuglie dei Carabinieri del Nucleo Operativo e Radiomobile della Compagnia ingauna, hanno messo a segno altri arresti nella Città di Albenga, di cui 3 avvenuti solo stanotte.

Un cittadino albenganese di 33 anni, pregiudicato ed in regime di Sorveglianza Speciale di Pubblica Sicurezza disposta dal Tribunale di Savona, al termine di una serie di accertamenti, è stato sottoposto a fermo di indiziato di delitto per aver ceduto, nella tarda serata di ieri, alcune dosi di eroina ad un 37enne tossicodipendente di Cervo (IM) la cui assunzione, per via venosa, ha comportato l’arresto cardiaco del consumatore. Accasciatosi nei pressi della stazione ferroviaria di Albenga è stato poi soccorso da alcuni amici che erano con lui. L’immediato trasporto in ospedale da parte dei militi del 118, intervenuti sul posto, ha di certo salvato la vita alla persona. Nel frattempo si è attivata una serrata caccia all’uomo da parte dei Carabinieri della Compagnia di Albenga, che dopo aver acquisito le informazioni necessarie, hanno rintracciato lo spacciatore, conosciuto per numerosi trascorsi giudiziari soprattutto per la commissione di reati contro il patrimonio. Il pusher è stato rintracciato dopo alcune ore per le vie di Albenga e ora dovrà rispondere di diversi capi d’accusa, tra i quali ovviamente lo spaccio di sostanze stupefacenti. L’albenganese è stato rinchiuso nel carcere di Imperia a disposizione dell’Autorità Giudiziaria.

Un’altra pattuglia della Sezione Radiomobile dei Carabinieri di Albenga, impegnata in altri controlli antidroga, ha fermato stanotte due cittadini marocchini di 36 e 32 anni, i quali, a bordo della propria Fiat Punto, detenevano alcune dosi di cocaina (nascoste nel vano della radio), confezionate e pronte per essere cedute, oltre a circa 1000 euro ritenuto essere provento dei guadagni illeciti dei due pusher. Dopo una notte in cella di sicurezza, saranno presentati stamattina davanti al Tribunale di Savona per rispondere di detenzione ai fini di spaccio in concorso.

Un altro cittadino marocchino di 33 anni, infine, era stato arrestato domenica scorsa, sempre dai Carabinieri della Sezione Radiomobile ingauna dopo essere stato rintracciato nel pomeriggio in via del Roggetto ad Albenga. L’uomo, anch’esso pregiudicato e noto per i suoi trascorsi penali in materia di stupefacenti, è stato perquisito e portato in caserma per accertamenti sul suo conto. Al termine delle verifiche dei militari, il soggetto è stato arrestato e rinchiuso nel carcere di Imperia, perché colpito da ordine di cattura per l’espiazione della pena di un mese di reclusione in relazione alla commissione del reato della violazione del foglio di via obbligatorio emesso a suo carico, nel 2016, dal Questore di Aosta.

Dodici sono invece le perquisizioni personali, veicolari e domiciliari effettuate recentemente dai Carabinieri nel Comune di Albenga.

Per segnalare alla redazione refusi, imprecisioni ed errori è disponibile un modulo dedicato.

La TUA pubblicità qui. Contattaci