Quattro albergatori in guerra con il Comune di Alassio per la Tassa di soggiorno

Ricorso al tar contro la delibera del consiglio comunale

La TUA pubblicità qui. Contattaci

Alassio. È stato depositato al Tar il ricorso degli albergatori contro la delibera del consiglio comunale di Alassio che aveva deliberato l’introduzione della tassa di soggiorno già prevista per i mesi di luglio e agosto di quest’anno. Intanto in consiglio comunale finisce anche il debito fuori bilancio della battaglia persa contro la Cooperativa Radio Taxi.

Per la questione tassa di soggiorno sono quattro gli albergatori, oltre alla loro associazione di categoria, che si sono schierati compatti contro l’Amministrazione Canepa.

Come già anticipato dall’albergatore Enrico Mantellassi, ovvero che avrebbe pagato di tasca propria l’imposta per non incidere sul conto finale del soggiorno dei clienti, ma soprattutto aveva evidenziato la volontà di non andare a modificare la tariffa che tutti gli albergatori devono obbligatoriamente rendere pubblica entro il 30 ottobre, si è deciso di bussare alla porta del Tar. Oltretutto l’imposta, di fatto, è entrata in vigore nell’anno in corso e non il 28 dicembre ovvero contestualmente alla delibera del consiglio. Gli stessi ricorrenti hanno deciso quindi di dichiarare guerra al Comune.

Per segnalare alla redazione refusi, imprecisioni ed errori è disponibile un modulo dedicato.

La TUA pubblicità qui. Contattaci