Pub adibito a luogo di vendita di droga, due arresti dei Carabinieri a Savona

In manette un albanese e un savonese.

  • Redazione
  • 1 min e 40 sec (250 parole)
  • Cronaca
La TUA pubblicità qui. Contattaci

Savona. I carabinieri del Nucleo Operativo e Radiomobile della Compagnia Carabinieri di Savona, nel corso di specifica attività di contrasto hanno arrestato Indrit Kadrimi, 49 anni, albanese, e la moglie Barbara Longo, di 45; i due coniugi, nella tarda serata precedente, in via Gramsci, a seguito di perquisizione personale e successivamente domiciliare presso la loro abitazione e il loro Pub L'Assassino sito in via Boito, sono stati trovati in possesso di sostanza stupefacente di tipo cocaina già preparata in dosi e pronta per la vendita, per un peso complessivo di grammi 40 e tipo hashish del peso di circa 10 grammi. Nel corso della perquisizione presso il bar veniva altresì rinvenuto materiale vario per il confezionamento, quali bilancini e prodotti per il taglio dello stupefacente, nonché un ingente somma di denaro, provento dell’illecito dello spaccio.

Il locale, a seguito di perquisizione è stato anche trovato in pessime condizioni igienico sanitarie, pertanto i Carabinieri faranno intervenire i colleghi del N.A.S. al fine di procedere alla contestazione delle violazioni in materia di igiene e sanità.

Tutto il materiale è stato sequestrato, per poi essere versato presso la Procura della Repubblica di Savona. L’intera vicenda è al vaglio dei militari, al fine di procedere al riconoscimento del fornitore dello stupefacente e dei consumatori per essere segnalati all’Autorità Amministrativa, quali assuntori. Gli arrestati, dopo le incombenze di rito presso quegli uffici, sono stati trasferiti rispettivamente presso la Casa Circondariale di Genova Marassi e la propria abitazione in regime di detenzione domiciliare a disposizione dell’A.G.

Per segnalare alla redazione refusi, imprecisioni ed errori è disponibile un modulo dedicato.

La TUA pubblicità qui. Contattaci