Precipita ultraleggero sulle alture di Savona. Pilota deceduto

Aperta un’inchiesta per accertare le cause della tragedia del pilota che pare fosse esperto.

La TUA pubblicità qui. Contattaci

Un pilota originario di Patrasso, ma residente a Terracina, Emidio Paolini, 75 anni, è morto dopo essere precipitato con un ultraleggero a Naso di Gatto, entroterra di Savona. Era decollato dall’aviosuperficie «Il Gabbiano» di San Vincenzo, in provincia di Livorno e avrebbe dovuto raggiungere quella di Sant’Elia, in località Tagliata di Racconigi.

Il pilota è quasi certamente morto sul colpo dopo l’impatto al suolo. Le ali del velivolo si sono spezzate, la fusoliera è rimasta intatta. L’aereo, nonostante lo schianto tremendo, non ha preso fuoco. I rottami sono stati trovati nella fitta boscaglia da alcuni cercatori di funghi ad un’ottantina di metri da una pala eolica.

Le squadre dei vigili del fuoco, coordinate dalla centrale operativa di Savona, insieme all’automedica di Savona Soccorso, sono accorse nel punto indicato dai testimoni. I soccorritori si sono trovati di fronte una scena terribile: rottami dappertutto e il corpo dilaniato del pilota. Sono arrivati anche i tecnici del Soccorso Alpino, quindi i carabinieri. Aperta un’inchiesta per accertare le cause della tragedia del pilota che pare fosse esperto.

Per segnalare alla redazione refusi, imprecisioni ed errori è disponibile un modulo dedicato.

La TUA pubblicità qui. Contattaci