Piaggio, stipendi in ritardo e a Villanova scatta lo sciopero

Azienda Agricola - Agriturismo Torre Pernice

Villanova d'Albenga. Piaggio Aerospace, l'azienda aeronautica con sede a Villanova d'Albenga (Savona) che una settimana fa ha annunciato l'avvio della procedura per l'amministrazione straordinaria, ha comunicato ai dipendenti che lo stipendio di novembre verrà pagato con "lieve ritardo per motivi tecnici" legati proprio alla richiesta di amministrazione straordinaria.

Una comunicazione giunta quando, in teoria, avrebbe dovuto iniziare un vertice nella sede savonese dell'Unione Industriali tra azienda e sindacati proprio sul tema degli stipendi. Una coincidenza che ha fatto infuriare dipendenti e sindacati che hanno dichiarato inutile l'incontro al quale tra l'altro i rappresentanti dell'azienda un'ora dopo l'appuntamento fissato non si erano ancora presentati. I sindacati stanno preparando l'ennesima protesta. I sindacati hanno indetto un nuovo sciopero di otto ore venerdì per Piaggio Aerospace dopo che il management dell'azienda non si è presentato a un tavolo in Confindustria a Savona in cui si sarebbe dovuto discutere del pagamento degli stipendi di novembre.

La dirigenza Piaggio non si è mai presentata al tavolo: arrivata con oltre un'ora di ritardo, i manager sono rimasti in un'altra stanza senza incontrare i sindacati, limitandosi a inviare nella sala in cui attendevano un rappresentante dell'Unione Industriali. Inevitabile a quel punto la proclamazione della nuova protesta, che interesserà gli stabilimenti di Genova e Villanova d'Albenga (Savona). "I legali di Piaggio non concordano sul fatto che l'amministratore delegato possa firmare i bonifici per i dipendenti - spiegano i rappresentanti di Cgil, Cisl e Uil - il rischio quindi è che il 'lieve ritardo' sia invece una cosa seria, ossia che si debba attendere la nomina del commissario. Una situazione totalmente inattesa, dato che ci erano state date rassicurazioni sul fatto che l'azienda dispone della liquidità necessaria per pagarli".

Venerdì scade il termine per la presentazione delle candidature al Mise per il ruolo di commissario che verrà poi sorteggiato. Piaggio, società del fondo Mubadala di Abu Dhabi, ha 1117 dipendenti (430 a Genova), ha un indebitamento di 618 milioni ed ha dichiarato lo stato di insolvenza al tribunale di Savona. L'azienda era in attesa dello sblocco da parte del Governo di una commessa da 560 milioni per l'acquisto di 10 droni P.2HH destinati all'Aeronautica militare, decisa dall'esecutivo Gentiloni. "Gravissimo il mancato pagamento degli stipendi ai lavoratori di Piaggio Aerospace. Il Governo si attivi immediatamente con tutti gli strumenti a sua disposizione per costringere gli attuali manager dell'azienda a pagare senza ritardi e nomini nelle prossime ore il Commissario, individuando, senza pittoresche procedure di lotteria o sorteggio, una personalità con adeguate capacità in grado di traghettare l'azienda verso il futuro". Lo dice il governatore Giovanni Toti. "Ho già dato la mia disponibilità ad incontrare domani le delegazioni sindacali per concordare tutti i possibili interventi e le azioni comuni a sostegno del futuro industriale di Piaggio", afferma Toti.

Per segnalare alla redazione refusi, imprecisioni ed errori è disponibile un modulo dedicato.

La TUA pubblicità qui. Contattaci