Mediagold.it

Notizie, turismo, attualità e curiosità della Liguria e non solo

Pattuglione dei carabinieri di Alassio, un arresto e due denunce

Tempo di lettura: 1 minuto

Alassio. Massiccio dispiegamento di uomini e mezzi nella giornata di ieri, da parte di tutte le stazioni dipendenti della Compagnia di Alassio, che hanno presidiato il territorio ognuno nel proprio ambito territoriale, allo scopo di rendere più capillare la presenza dell’Arma in chiave di tutela e di sicurezza. Al Dispositivo operativo hanno preso parte attivamente, fornendo il loro rilevante e determinante contributo il personale del NIL di Savona, il nucleo elicotteri e i cinofili di Villanova d’Albenga. La zona delle FF.SS di Alassio, il centro cittadino, il budello, il porto turistico di Alassio ed Andora, le zone periferiche, casolari diroccati e abbandonati, i parchi, i luoghi di ritrovo giovanile e di aggregazione, esercizi pubblici, sale da gioco, sono stati passati al setaccio da parte degli uomini dell’Arma.

Ecco il consuntivo: 100 mezzi controllati, 150 persone identificate, tre auto sequestrate per la mancanza di copertura amministrativa, una persona tratta in arresto in esecuzione di ordine di carcerazione, dovendo scontare la pena di due anni per spaccio di stupefacenti, due persone denunciate per aver utilizzato indebitamente la carta di credito sottratta ad altrettante persone; due patenti ritirate per guida in stato di ebbrezza e di conseguenza i conduttori denunciati per guida sotto l’effetto di alcolici; un cittadino marocchino denunciato per violazione alla legge sugli stranieri trovato sprovvisto di documenti nel corso di un controllo sull’autobus di linea, alla fermata ad Alassio; tre giovani del posto segnalati alla prefettura per possesso di stupefacente per uso personale; un cittadino tunisino contravvenzionato per ubriachezza sorpreso ubriaco, all’interno di un esercizio pubblico, all’interno del quale stava molestando i clienti, un altro titolare di esercizio pubblico contravvenzionato per aver dato alcolici a minori. Il dispositivo di controllo continua nelle prossime ore con la vigilanza nel budello, nei carrugi, nelle altre aree sensibili e nevralgiche del territorio.

image_pdfScarica il PDFimage_printStampa
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: