Notte in quarantena per gli ospiti e il personale del Bel Sit e Al Mare di Alassio

ad-unit-arte-e-kaos-alassio-728-90

Alassio. Hanno trascorsola prima notte in quarantena le 146 persone, tra turisti e personale dell'Hotel Bel Sit e Al Mare di via Boselli. Hanno ricevuto cibo dalla protezione e civile e attes o notizie dalle autorità sanitarie.

In Liguria sono due i casi di coronavirus: ad Alassio e alla Spezia. Il primo episodio di contagio riguarda una turista di 72 anni proveniente da Castiglione d'Adda (Lodi), cittadina nella 'zona rossa' epicentro dei contagi in Lombardia. La donna, al momento in discrete buone condizioni di salute, è stata ricoverata in isolamento nel reparto di Malattie infettive del Policlinico San Martino di Genova, in attesa della conferma definitiva dall'ospedale Spallanzani.

Il secondo caso è stato annunciato in serata dal governatore Giovanni Toti: è un uomo italiano di 54 anni residente nello spezzino che nei giorni scorsi è stato a Codogno per partecipare a un evento culturale. E' ricoverato al reparto malattie infettive dell'ospedale della Spezia in condizioni discrete. La donna fa parte di una comitiva già messa sotto attenzione nei giorni scorsi dal sistema sanitario regionale, con due soggetti sottoposti a 'vigilanza attiva' dalla Asl visto che era arrivata l'11 febbraio scorso proveniente dalle red zone lombarde per un soggiorno in due alberghi della località balneare del Ponente ligure, gli hotel 'Al Mare' e 'Belsit' di via Boselli, che hanno spazi in comune.

Alla fine della scorsa settimana, prima che scattasse l'ordinanza interdittiva della Regione Liguria di domenica, l'anziana si è sentita male: ha chiesto al portiere dell'hotel di chiamare un'ambulanza che l'ha portata al pronto soccorso di Albenga. Lì avrebbe avuto un 'triage generico' e avrebbe atteso in sala d'aspetto assieme a altri pazienti di venir presa in carico dai medici.

"La visita al pronto soccorso di Albenga è avvenuta di notte, in un momento di bassissimo afflusso: il personale sanitario che è entrato in contatto è stato già individuato e si sta provvedendo ai controlli. E' in corso una fase di screening di tutti quelli che hanno soggiornato negli ultimi 14 giorni nei 2 hotel di Alassio che hanno ospitato la signora affetta da coronavirus: sono stati individuati e segnalati per la quarantena obbligatoria nelle loro abitazioni", ha spiegato il presidente della Regione Liguria Giovanni Toti.

Per segnalare alla redazione refusi, imprecisioni ed errori è disponibile un modulo dedicato.

La TUA pubblicità qui. Contattaci