Multe saltate per i furbetti dei rifiuti

La TUA pubblicità qui. Contattaci

Alassio. Contro l’abbandono abusivo dei rifiuti ora la polizia municipale usa il bastone. Una decina i commercianti e residenti che sono stati sanzionati nell’ultimo dagli agenti per aver violato l’ordinanza 220 firmata dal sindaco Marco Melgrati il 20 luglio scorso. Alcuni negozianti e ristoratori, ignorando gli orari di conferimento dei rifiuti li hanno abbandonati davanti all’ingresso delle attività commerciali e pertanto sono stati sanzionati con verbali che, a seconda dei casi, variano dai 25 ai 500 euro.
I controlli, diventati ancora più rigorosi da parte della polizia municipale, riguardano anche le utenze domestiche. Ultimamente sono emerse diverse violazioni come chi abbandona la carta nel contenitore dell’indifferenziato, vetro nella plastica. O addirittura rifiuti lasciati a terra vicino ai bidoni.

Chi viene sorpreso, come è successo, a depositare i rifiuti in maniera non differenziata viene sanzionato. Sono fioccate multe anche per chi ha conferito rifiuti in contenitori non preposti alla specifica tipologia di raccolta. Diverse le sanzioni della polizia municipale che hanno riguardato cartoni ingombranti lasciati davanti alle attività commerciali in orari non consentiti. In Comune viene anche ricordato che è in vigore l’ordinanza che obbliga i proprietari di cani, durante la passeggiata con l’amato quattrozampe, a pulire i bisogni. «Lo avevamo detto fin dall’inizio del nostro mandato – precisa il sindaco Melgrati – vogliamo restituire il decoro alla città. E questo non può che essere un impegno a 360 gradi da parte di tutti, anche dei cittadini. L’Amministrazione è impegnata in una migliore gestione della pulizia delle strade e della nettezza urbana, ma ogni alassino deve fare la sua parte».

Per segnalare alla redazione refusi, imprecisioni ed errori è disponibile un modulo dedicato.

La TUA pubblicità qui. Contattaci