Movida nella Vecchia Darsena di Savona, arrivano gli steward

Per sensibilizzare i giovani a tenere comportamenti corretti per l'emergenza Covid, oltre a cartellonistica dedicata sia all'ingresso che all'interno della Darsena.

Ferrari Innovations

Savona. Movida in porto, arrivano gli steward, per sensibilizzare i giovani a tenere comportamenti corretti per l'emergenza Covid, oltre a cartellonistica dedicata sia all'ingresso che all'interno della Darsena. Per evitare gli assembramenti nelle sere del fine settimana.

Dopo il «caso» della Movida in Darsena, con molti ragazzi senza mascherina e per niente attenti alle misure imposte sulle distanze di sicurezza, gli operatori dei locali del porto hanno proposto queste soluzioni al Comune, durante l'incontro in videconferenza di ieri con il sindaco Ilaria Caprioglio e l'assessore alle Attività produttive Maria Zunato.

Saranno quattro gli steward che sensibilizzeranno i clienti dei locali della movida savonese. Niente sceriffi o controlli ma una presenza discreta per ricordare il rispetto delle regole imposte per la prevenzione del contagio (la spesa sarà coperta dagli operatori di via Baglietto), dall'uso delle mascherine al rispetto delle distanze di sicurezza.

L'attività degli steward sarà supportata da una serie di cartelli, in vari angoli e all'ingresso della Darsena, che ricorderanno le regole da seguire. Nel frattempo proseguiranno i controlli delle Forze dell'Ordine ma saranno quelli di routine e, se le regole verranno rispettate, non più quelli massicci di sabato sera che hanno letteralmente blindato la Darsena dopo che è scoppiato il caso della Movida savonese.

Le proposte ora dovranno essere formalizzate all'amministrazione comunale che le porterà all'attenzione del prossimo Comitato per l'ordine pubblico e la sicurezza convocato dalla Prefettura.

Per segnalare alla redazione refusi, imprecisioni ed errori è disponibile un modulo dedicato.

La TUA pubblicità qui. Contattaci