Morte De Grandis: caso vicino alla soluzione

Sembra ormai questione di ore per mettere insieme gli ultimi dettagli di un puzzle ormai composto in quasi tutti i suoi pezzi.

La TUA pubblicità qui. Contattaci

Potrebbe chiudersi in giornata il caso relativo alla morte di Alessandro De Grandis, il farmacista trovato morto nella piscina di un Residence della Repubblica Dominicana. Gli inquirenti sarebbero ad un passo dalla soluzione del mistero perché le due persone fermate, entrambe dell’Est, starebbero fornendo versioni poco credibili agli inquirenti.

Non convince soprattutto la testimonianza della ragazza polacca che, una volta ammesso di aver conosciuto Alessandro, lo ha descritto come un ragazzo sofferente di crisi depressive, di sbalzi di umore. Ora, come hanno dichiarato i genitori ma anche gli amici del farmacista albisolese, Alessandro era tutt’altro che un ragazzo depresso, pieno di progetti tra i quali quello di poter aprire una farmacia nella Repubblica Dominicana (idea che tra l’altro stava ormai tramontando).

Resta dunque da trovare il movente ed in particolare quale legame univa Alessandro con le due persone che sono in stato di fermo che avrebbero ferito il giovane prima che questo cadesse nella piscina.

Ma sembra ormai questione di ore per mettere insieme gli ultimi dettagli di un puzzle ormai composto in quasi tutti i suoi pezzi.

Per segnalare alla redazione refusi, imprecisioni ed errori è disponibile un modulo dedicato.

La TUA pubblicità qui. Contattaci