Morte cerebrale per il bimbo di Casella

I genitori hanno disposto per la donazione degli organi del piccolo.

La TUA pubblicità qui. Contattaci

Genova 23 aprile 2017

Purtroppo, come si temeva già dai primi minuti dopo l’accaduto, non ce l’ha fatta Giuseppe Fraietti, il piccolo di sei anni e mezzo che ieri mattina è stato gettato dal padre, nel tentativo di salvarlo, dal rogo della sua abitazione di Casella.

Non è stato tanto il colpo, quanto la quantità di fumo respirato dal piccolo mentre la casa stava andando a fuoco, a causare la morte cerebrale come hanno comunicato i medici poco dopo le 23.

Tutto il quartiere di Casella è stato colpito dall’evento accaduto la notte scorsa. Fortunatamente invece sono migliorate, e non corrono pericolo di vita, le condizioni dei genitori del piccolo. Tempestivi sono stati i soccorsi, grazie anche alle telefonate giunte nelle sedi delle ambulanze e dei Vigili del Fuoco, fatte dai vicini di casa.

Per segnalare alla redazione refusi, imprecisioni ed errori è disponibile un modulo dedicato.

La TUA pubblicità qui. Contattaci