L'istruttore di nuoto bolognese Filippo Gualandi è "Il + Bello d'Italia" 2020

Azienda Agricola - Agriturismo Torre Pernice

E’ un diciannovenne di Bologna «Il + bello d’Italia (originale dal 1979)». Filippo Gualandi, diplomato tecnico ragioniere con una dote da informatico, ha avuto la meglio su altri 16 conconcorrenti.

E’ stato scelto dalla giuria presieduta da Renata Rivella (madrina la giornalista di Mediaset Claudia Peroni) e da altre figure della moda e dello spettacolo il cui esito è stato suggellato da un notaio presente in tutte le fasi di votazione. La finale del concorso curata da Paolo Formia con Silvio Fasano e il direttore artistico Ilio Masprone e presentata da Barbara Morris è stata organizzata nel paese del Casinò della Valle d’Aosta, ma Filippo Gualandi domani pomeriggio raggiungerà Alassio dove il concorso è nato nel 1979. Qui è prevista una sfilata su auto d’epoca e foto davanti al Muretto.

Il giovane bolognese ora sogna la carriera dei suoi predecessori vincitori del concorso, come Gabriel Garko, Beppe Convertini. «Mi piace mettermi in gioco e provare nuove esperienze, per cui mi sono iscritto al concorso. Sono una persona solare, socievole e umanamente disponibile, ma con tanta grinta per affrontare tutto».

Hanno vinto altre fasce di «Uomo ideale» Riccardo Bosio di Pinerolo (Torino), «Il + bello per la tv» Jonathan Panzeri di Bergamo, «Il + bello per il cinema» Angelo Pavone di Catania, «Il + bello per la moda» Federico Pasqua di Torino.

Per segnalare alla redazione refusi, imprecisioni ed errori è disponibile un modulo dedicato.

La TUA pubblicità qui. Contattaci