Liguria: in 15 anni persi 100 mila metri quadrati di spiagge

Azienda Agricola - Agriturismo Torre Pernice

Secondo un'analisi svolta a livello nazionale da BlueMonitorLab, il centro studi sulla Blue Economy in Italia presieduto dal professor Giulio Sapelli, risulterebbe che «negli ultimi 15 anni si sono persi circa 100.000 metri quadrati di arenile, quasi tutti compresi nelle zone più turistiche e segnate dalla presenza di opere rigide». Questo il risultato ottenuto sulla base dei dati e degli studi elaborati dalla startup Corema Spiagge, guidata da Diego Paltrinieri, uno dei massimi esperti del fenomeno erosivo sulle coste.

In Liguria si sottolinea come le realtà più colpite siano state Alassio, Lavagna, Albenga, Santa Margherita Ligure, e recentemente anche Finale Ligure e Spotorno. Queste ultime «fino a pochi anni fa avevano goduto di un avanzamento della spiaggia, anche grazie ai ripascimenti effettuati», si legge nel dossier.

In particolare, gli ultimi dati censiti dal Ministero Ambiente relativi al 2018 riportano un'erosione di 18 km di litorale (il 17% delle coste basse), dato ad oggi in peggioramento dopo gli eventi meteo-marini importanti del 2019 e del giugno 2020.

Per segnalare alla redazione refusi, imprecisioni ed errori è disponibile un modulo dedicato.

La TUA pubblicità qui. Contattaci