Le eccellenze floricole della Liguria in mostra a Vinitaly

La TUA pubblicità qui. Contattaci

L’edizione 2019 si sta dimostrando di grande successo per Confagricoltura e per la Confagricoltura della Liguria. Lo spazio espositivo, con l’area degustazione, il lounge bar, la vip area e la galleria delle regioni, con la possibilità di degustare oltre 650 vini italiani “made in Confagricoltura”, ha visto passare tutto l’arco politico italiano, da Salvini a Di Maio, da Giorgia Meloni a Zingaretti, dai Governatori Zaia, De Luca a quelli di Calabria e Basilicata, fino alla presenza del Governatore della Liguria, Giovanni Toti, insieme all’assessore regionale all’agricoltura Stefano Mai.

Hanno brindato nella galleria anche la commissione agricoltura della Camera ed un nutrito gruppo di senatori liguri.

Tanti anche i produttori soci di Confagricoltura, di indiscussa notorietà, dal campione del mondo di Spagna 82, Paolo Rossi, al patron della Diesel, Rosso, fino al campione della bicicletta, Francesco Moser.

Insomma una vetrina unica dove la Confagricoltura della Liguria ha voluto dare un tocco di classe ed originalità con gli addobbi e le composizioni floreali che hanno abbellito l’intera area, finanche ai bouquet di fiori liguri donati alla presidente del Senato Casellati ed alla leader di Fratelli d’Italia, Meloni.

“180 calle liguri, con tutte le tonalità del ‘Vino’ bordano l’area – precisa Luca De Michelis – presidente ligure di Confagricoltura. Le composizioni floreali, con rami di vite che si intrecciano con i fiori liguri per antonomasia, specie con i ranuncoli, opera del flower designer Antonio Trentini, arredano lo spazio – prosegue De Michelis – per convergere su quello che abbiamo definito ‘l’albero della vite’, ovvero un grandissimo fiore centrale di rami di vite, su struttura in acciaio, da cui fioriscono 120 bicchieri con altrettante composizioni che pendono dall’alto e ricoprono la seduta centrale dello stand”

Una presenza forte ed apprezzata dai visitatori che, specie per l’albero della vita, scattano centinaia di foto e selfie.

“Una presenza – prosegue De Michelis – che vuole rimarcare quanto il fiore sia elemento di arredo e di classe, nonché legame forte tra territorio ed agroalimentare, nella certezza che i prodotti ‘no food’ della nostra regione sono connubio indissolubile tra agroalimentare e un territorio, quello ligure, unico al mondo”.

DATI DEL SETTORE

Secondo i dati Istat, nell’ultimo anno in Liguria il valore della produzione vinicola è stato di circa 4 milioni di euro, ma il trend è decisamente in aumento: in Liguria si sono prodotti 63mila ettolitri di vino, pari a 4 milioni e mezzo di bottiglie, con un aumento del 37% rispetto all’anno precedente e in controtendenza con l’andamento italiano che ha fatto registrare un - 12% e con quello del Nord Italia (– 6%). La produzione di vini bianchi si attesta a 44mila ettolitri e risale del 34% e rappresenta il 70% della produzione regionale. I vini Doc sono 45mila ettolitri, quindi la maggioranza della produzione, e crescono del 35%, attestandosi al 20% sopra la media storica. I vini Igt (Indicazione geografica tipica) crescono del 42% a 9mila ettolitri.

Il sistema qualità della vitivinicoltura ligure si esprime in otto Denominazioni di Origine:

  • Rossese di Dolceacqua
  • l’Ormeasco di Pornassio
  • Riviera Ligure di Ponente
  • Val Polcevera
  • Golfo del Tigullio-Portofino
  • Colline di Levanto
  • Cinque Terre
  • Colli di Luni;

e in quattro indicazioni geografiche:

  • Liguria di Levante
  • Colline del Genovesato
  • Colline Savonesi
  • Terrazze dell’Imperiese.

Tra le uve a bacca bianca, il vitigno più diffuso in tutte e quattro le province liguri è il Vermentino, seguito dal Pigato e dalla Lumassina per la provincia di Savona, dal Bosco e dall’Albarola per La Spezia, dalla Bianchetta e dal Moscato per Genova. Tra le uve a bacca nera, il Rossese di Dolceacqua, l’Ormeasco, la Granaccia e il Ciliegiolo sono tra i vitigni più rappresentativi. Tra i vini passiti il celebre Sciacchetrà delle Cinque Terre.

Per segnalare alla redazione refusi, imprecisioni ed errori è disponibile un modulo dedicato.

La TUA pubblicità qui. Contattaci