L'assessore Giampedrone a Ministro ambiente: "necessario tutelare la cantieristica navale da diporto"

Attività fondamentale per il nostro territorio.

La TUA pubblicità qui. Contattaci

Genova. Una lettera al Ministro dell’Ambiente Gianluca Galletti affinché provveda alla regolamentazione della cantieristica navale da diporto con particolare riguarda alle emissioni in atmosfera derivanti dalle verniciature nell’ambito dei cantieri navali. E’ stata inviata dall’assessore regionale alle Infrastrutture e all’Ambiente Giacomo Giampedrone a seguito delle richieste provenienti da un comparto, quello della piccola cantieristica, fondamentale per l’economia ligure e che rischia di essere penalizzato da questo vuoto normativo.

“Le ditte che eseguono attività di rimessaggio e verniciatura delle imbarcazioni da diporto di piccole dimensioni svolgono un lavoro fondamentale per il nostro territorio che deve essere salvaguardato – scrive nella lettera Giampedrone – pertanto serve una regolamentazione da parte del Ministero che tenga conto della loro specificità e del loro legame con il territorio”.

“L’attività della piccola cantieristica navale da diporto è spesso, se non in via esclusiva, effettuata all’aperto- scrive Giampedrone – pertanto l’opera di verniciatura non può essere oggetto di un’autorizzazione in via generale, di competenza regionale, in quanto non può prescindere dalla localizzazione dello stabilimento e dal parere igienico sanitario della ASL del territorio competente”.

L’assessore scrive anche ai parlamentari liguri per richiamare l’importanza di un settore fondamentale per l’economia del territorio e richiamare ad una presa di posizione in grado di tutelare il lavoro di centinaia di lavoratori.

Per segnalare alla redazione refusi, imprecisioni ed errori è disponibile un modulo dedicato.

La TUA pubblicità qui. Contattaci